rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

«So dove trovarti»: telefonata anonima a Patrizia Guerra: le minacce non si fermano

La mamma coraggio che lotta contro i bulli pochi giorni fa ha ricevuto una sinistra telefonata anonima. «Ora si scatenano perché il loro amico è in carcere minorile»

ANCONA – Patrizia Guerra e la sua famiglia si trovano, di nuovo, a fare i conti con le minacce dei bulli. Tre giorni fa mamma coraggio racconta di aver ricevuto una telefonata anonima: «So dove trovarti» le hanno detto: «Era la voce di un ragazzo giovane. Ha riattaccato subito». Neppure il tempo di tirare un sospiro di sollievo per l’arresto del 17enne di origine nigeriana accusato di aver rapinato suo figlio vicino ai bagni di piazza Roma che ecco tornare la tensione. «Le minacce non si fermano e adesso – prosegue Guerra - dopo l’arresto del loro amico, questi ragazzi si stanno scatenando, come se fosse colpa mia se il loro compagno è finito in galera. Pensassero a quello che ha fatto lui. Io comunque non mi faccio intimorire, vado avanti e tiro dritto con la mia battaglia». Ha fatto sapere che nei prossimi giorni andrà «a sporgere denuncia dai carabinieri». Di questa vicenda Patrizia ne ha parlato anche ieri durante il collegamento con la trasmissione di Eleonora Daniele "Storie Italiane" che spesso la ospita in collegamento per raccontare delle violente aggressioni subite dal figlio. 

Non è la prima volta che Guerra subisce attacchi. Sui social le avevano dedicato delle sinistre rime con minacce di morte. Poi le storie erano state subito cancellate. Intanto però lei non si arrende e i suoi progetti procedono spediti. Domenica 27 febbraio, presso l’Informagiovani di piazza Roma, dalle 17 ci sarà la presentazione dei City Angels, l’associazione fondata da Mario Furlan a sostegno dei più soli e fragili. In quest’occasione i candidati potranno sostenere i colloqui per entrare a far parte degli “angeli”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«So dove trovarti»: telefonata anonima a Patrizia Guerra: le minacce non si fermano

AnconaToday è in caricamento