Brucia l'alt dei carabinieri, inseguimento da film con refurtiva a bordo

Una volta fermato il 59enne di Macerata si è scagliato contro i carabinieri che lo hanno arrestato per violenza e resistenza. In auto aveva merce rubata: denunciato per ricettazione

Carabinieri di notti

Inseguimento a folle velocità per le vie di Loreto tra un'auto sospetta e la gazzella dei carabinieri. Con l'automobilista che ha tentato di speronare i militari e poi, una volta fermato, li ha aggrediti fisicamente tanto da costringerne uno a ricorrere alle cure del pronto soccorso. In arresto, per il reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, è finito Roberto Morbidoni, 60enne maceratese già noto alle forze dell'ordine. L'uomo si trovava alla guida della sua Ford Focus quando è stato visto dai carabinieri, fermi al posto di blocco in località Villa Berghigna, superare pericolosamente tre auto che viaggiavano nella sua stessa direzione. I militari hanno alzato la paletta dell'alt ma l'auto ha proseguito la sua corsa a velocità sostenuta. A quel punto è nato un inseguimento durante il quale Morbidoni avrebbe, secondo gli uomini della stazione lauretana, tentato di speronare la gazzella. Quando finalmente è stato fermato il 59enne ha tentato di aggredire i carabinieri. Uno di loro è stato successivamente visitato al pronto soccorso dove i medici gli hanno riscontrato una lieve lesione alla gamba, guaribile in tre giorni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è finita qui. Morbidoni era in compagnia di un suo concittadino 60enne e a bordo dell'auto sono stati trovati un televisore, un compressore, un tagliaerba e tre grondaie in rame, risultate rubate da un'abitazione di Porto Recanati. Alla fine è stato denunciato per ricettazione mentre la merce è stata restituita al legittimo proprietario. Questa mattina è stato processato per direttissima al Tribunale di Ancona. Il giudice ha convalidato l'arresto e fissato l'udienza al 18 maggio. Fino al giorno del processo Morbidoni non potrà lasciare Macerata, luogo dove gli è stato fissato l'obbligo di dimora. Tra l'altro gli è stata anche ritirata la patente per guida pericolosa. Poco prima dell'inseguimento da film, la stessa pattuglia dei carabinieri era intervenuta in via Pizzardeto per i rilievi di un incidente. Ferito e ubriaco il conducente, un 28enne di Loreto. Positivo all'etilometro (1,79 g/l) l'automobilista era finito con la sua Smart addosso alla rotatoria con via Medi. Dal controllo della patente è emerso che già lo scorso anno, ad aprile, era stato fermato per guida in stato di ebbrezza. Gli è stata ritirata la patente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento