rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Stazione / Via Aldo Fiorini

Cucina da incubo, nel locale 90 chili di alimenti scaduti o in pessimo stato pronti per la vendita: scattano i sigilli

E' quanto scoperto dagli agenti della Polizia di Stato e Locale di Ancona. L'attività commerciale è stata chiusa fino a quando il titolare non ripristinerà le condizioni igieniche previste dalla normativa vigente

ANCONA - Condizioni igieniche precarie con alimenti scaduti e non etichettati. E' quanto scoperto nelle scorse ore dagli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Locale di Ancona all'interno di un locale di via Fiorini.  I poliziotti hanno riscontrato gravissime carenze igienico-sanitarie tanto da dover richiedere l'intervento del personale specializzato dell'Azienda Sanitaria Territoriale delle Marche. 

All'interno sono stati trovati e sequestrati 17 chili di carne di dubbia provenienza, non etichettata, oltre a 90 chili di alimenti scaduti o in pessimo stato di conservazione, già cucinati e pronti per essere venduti ai clienti. Per questo il titolare dovrà pagare una multa di 2.033 euro. Altre sanzioni sono state applicate perchè il pavimento dell'area ristorante era sporco e presentava residui di cibo (3.098 euro). Il cuoco inoltre non indossava nè il copricapo nè il copriabito e non erano stati affissi gli orari di apertura e chiusura del locale. Le ultime due irregolarità hanno portato ad elevare una multa di 1.298 euro. Il personale dell'Azienda Sanitaria Territoriale ha diffidato il titolare del ristorante circa l'obbligo di etichettare i prodotti e proceduto al sanzionarlo per le carenze igienico sanitarie e per la mancanza del "manuale di controllo" (3.000 euro). All'interno del locale, al momento del controllo, erano presenti 13 clienti. La polizia ha posto i sigilli fino a quando il titolare non ripristinerà le condizioni igieniche previste dalla normativa di settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucina da incubo, nel locale 90 chili di alimenti scaduti o in pessimo stato pronti per la vendita: scattano i sigilli

AnconaToday è in caricamento