Prima litigano dal medico, poi si incontrano per strada e si azzuffano: 2 donne in ospedale

Sono dovute intervenire due voltanti della Polizia per ripristinare l’ordine. Sul posto anche l’ambulanza della Croce Gialla di Ancona, che ha soccorso una delle due donne

Foto di repertorio

Prima si incontrano dal medico di famiglia dove nasce un litigio e poi, dopo poche ore, si incontrano per strada dove si picchiano. Deve intervenire la Polizia per calmare due donne che alla fine sono finite in ospedale. Il fatto è avvenuto oggi ad Ancona. Le due, una egiziana di 23 anni e una marocchina di 21, si sono incontrate stamattina dal medico di famiglia dove hanno litigato perché ognuna rivendicava il proprio turno di ingresso nell’ambulatorio prima dell’altra. Molto imbarazzo per i presenti e per i professionisti sanitari, ma nulla di più. Il resto infatti se lo sono restituito dopo, intorno alle 19,50, quando le due giovani si sono incontrate di nuovo in via Giordano Bruno, davanti al negozio di “Acqua e Sapone”. 

Prima la rissa verbale e poi sono passate alle mani. Nulla di grave, una zuffa nella quale nessuna delle due ha riportato più di qualche graffio, anche se intorno alle due si è creato un certo allarme per le urla. Infatti sono dovute intervenire due Voltanti della Polizia per ripristinare l’ordine. Sul posto anche l’ambulanza della Croce Gialla di Ancona, che ha soccorso l’egiziana per poi trasportarla al Pronto Soccorso dell’ospedale di Torrette. Mentre la marocchina si è recata all’ospedale di Osimo con mezzi propri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento