rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Insulti tra automobilisti per una cartaccia gettata dal finestrino. Interviene la polizia per sedare gli animi

Un gesto di inciviltà da parte di un automobilista ha innescato una rissa verbale con il conducente di un altro mezzo. L’alterco è sfociato in un intento di aggressione che è stato sedato solo con l’arrivo della polizia

ANCONA - E’ partito tutto da una cartaccia gettata dal finestrino da un 50enne anconetano mentre si trovava fermo al semaforo lungo il Viale della Vittoria. Il conducente dell’auto che si trovava alle spalle, un 40enne anconetano con a bordo la moglie e il figlio neonato, ha espresso il suo dissenso cominciando a suonare il clacson. L’autore del gesto incivile, per tutta risposta, si è lanciato in un turpiloquio e una serie di gesti. Ripresa la marcia in direzione Galleria Risorgimento, però, l’alterco non si è fermato. Tutt’altro: i due hanno proseguito per tutto il tragitto a scambiarsi insulti. Finché arrivati a Piazzale della Libertà i due veicoli si fermano e il 50enne esce dall’auto e si mette davanti all’altro mezzo impedendogli di ripartire. Così il conducente, spaventato e sentitosi minacciato, ha richiesto l’intervento della polizia. Gli agenti arrivati sul posto, appurato che non ci fosse stata un’aggressione fisica, hanno identificato i due automobilisti. L’autore del gesto è stato alla fine sanzionato in quanto la sua automobile è risultata sprovvista di revisione obbligatoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti tra automobilisti per una cartaccia gettata dal finestrino. Interviene la polizia per sedare gli animi

AnconaToday è in caricamento