menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Ho il diritto di educare mia figlia» e tira fuori un coltello: arrestato un 23enne

Quando sono intervenuti i Carabinieri della Tenenza di Falconara, il giovane, che stava litigando con la ex compagna, ha tirato un calcio ad un militare per poi tentare di colpirne un altro con una testata

«Ho il diritto di educare mia figlia». Sono queste le parole ripetute in continuazione mercoledì pomeriggio da un ragazzo che si è presentato a casa della ex convivente ubriaco e con in mano un coltello. Quando sono intervenuti i Carabinieri della Tenenza di Falconara, guidati dal comandante Roberto Frittelli, il giovane ha prima tirato un calcio ad un militare, per poi tentare di colpirne un altro con una testata. Arrestato V.F., 23enne di origini piemontesi, domiciliato a Jesi. L’accusa è minaccia e resistenza a pubblico ufficiale continuata. 

E’ successo tutto intorno alle 15:00 in un abitazione del centro cdi Falconara. L’uomo si è presentato a casa della ex compagna in evidente stato di ebrezza e i due hanno cominciato a litigare per questioni relative alla vita di coppia. Le urla hanno attirato l’attenzione dei vicini i casa che, spaventati da che potesse accadere qualcosa di irreparabile, hanno chiamato il 112. Una volta arrivati, i militari hanno trovato la coppia nel pieno della discussione. Il ragazzo, alla vista delle divise, ha dato in escandescenza. Prima minacce, poi  ha tirato un calcio ad un militare per poi tentare di colpirne un altro con una testata. Senza successo. Alla fine è stato ammanettato e portato in caserma. Ora si trova agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini, fascia d'età 50-59 anni senza patologie: si dovrebbe partire il 13 maggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento