rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Le Grotte di Frasassi su Rai 1 a "Unomattina in Famiglia": un viaggio alla scoperta delle origini del sito di Genga

Condotta dal giornalista di Rai 1 Paolo Notari, la puntata di domenica farà conoscere al grande pubblico  la protagonista assoluta della meravigliosa formazione carsica millenaria delle grotte: l’acqua

GENGA - Le favolose bellezze naturali  delle Grotte di Frasassi continuano a richiamare l’attenzione dei mass media nazionali, uno nuovo speciale sarà infatti dedicato al sito carsico di Genga  domenica prossima 15 gennaio  nella seguitissima trasmissione di Rai 1 “Unomattina in famiglia” in onda dalle ore 6,30 alle ore 9,30. “Chiare fresche e dolci acque” questo è il titolo della rubrica di “Unomattina in famiglia” che prende spunto da uno dei più celebri componimenti del Canzoniere (1340-41) di Francesco Petrarca per far scoprire agli spettatori le meraviglie delle acque della nostra Penisola.

Condotta dal giornalista di Rai 1 Paolo Notari, la puntata di domenica farà conoscere al grande pubblico  la protagonista assoluta della meravigliosa formazione carsica millenaria delle grotte: l’acqua. “Ho visitato le Grotte di Frasassi da bambino con mio padre e nonni originari di Genga dopo dieci giorni dall' apertura e poi tante volte per lavoro o piacere. – Ha raccontato Paolo Notari – Entrare con la troupe di Raiuno, inviato da Michele Guardi per il suo programma di massimo ascolto DayTime Rai, è stata una emozione nuova. Alla mia Regista Paola Montali ho chiesto di realizzare la puntata provando ad incuriosire il pubblico  a visitarle, cosciente che trasmettere televisivamente l' emozione del battito cardiaco accelerato che si prova entrando in quelle sale sotterrane sarebbe sciocco e presuntuoso. Un grazie alla direzione e personale per ottima assistenza propedeutica al prodotto video.” A spiegare ai telespettatori i lunghi processi di formazione delle gigantesche stalattiti e stalagmiti delle Grotte sarà Emanuele Tondi Professore di Geologia dell’Università di Camerino.

"Nella trasmissione televisiva raccontiamo il ruolo dell'acqua nel costruire il peculiare ambiente ipogeo delle Grotte di Frasassi. - ha detto Emanuele Tondi -  Dall'acqua si formano le rocce che poi, portate in ambiente subaereo dalle forze tettoniche, inizia il lento processo erosivo, scavandole sia all'esterno che al loro interno. Qui, grazie anche al contributo delle acque sulfuree profonde, l'acqua prima crea il teatro (la grotta) e poi realizza lo spettacolo (gli speleotemi: stalattiti e stalagmiti). Tutto questo grazie a reazioni chimiche, che generano energia ed anche condizioni uniche per la vita. Un ecosistema isolato dal mondo esterno, primitivo ed unico". Partendo dall’origine, ovverosia dal  fiume Sentino che ha scavato nei secoli  la gola di Frasassi, il viaggio condotto da Paolo Notari e da Emanuele Tondi nel ventre della terra proseguirà con l’esplorazione dei laghi sospesi presenti nel sito carsico tra cui quelli visibili lungo il  percorso turistico, come il lago cristallizzato, il lago smeraldo, il lago delle candeline, il lago della sala dell'infinito e il lago dell'orsa visibile dal percorso in un pozzo profondo 25 metri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Grotte di Frasassi su Rai 1 a "Unomattina in Famiglia": un viaggio alla scoperta delle origini del sito di Genga

AnconaToday è in caricamento