Palombina : ladri in casa del titolare di “Mizzio”, bottino da 20mila euro

Colpo nella villa di Maurizio Politi: sabato sera alcuni criminali sono entrati nell'abitazione di famiglia di via Flaminia, a Palombina, dove era presente solo l'anziano suocero 84enne dell'esercente

Colpo nella villa di Maurizio Politi, il ristoratore titolare del noto locale “Mizzio”: sabato sera alcuni criminali sono entrati nell’abitazione di famiglia di via Flaminia, a Palombina, dove era presente solo l’anziano suocero 84enne dell’esercente, e hanno portato via un bottino di quasi ventimila euro.

Il blitz è stato compiuto poco dopo le dieci; e ad accorgersi del furto è stato proprio Politi, rientrato dal lavoro con la moglie dopo la chiusura del ristorante: i criminali hanno rivoltato la camera come un calzino portando via oro, gioielli, orologi di pregio e anche una somma di denaro contante, che il ristoratore teneva in casa per alcuni pagamenti che avrebbe dovuto effettuare l’indomani.

Al momento del furto, come si è detto, in casa c’era solo l’anziano padre della moglie di Politi, che ha sentito l’abbaiare dei cani – chiusi in un recinto per via di alcuni lavori in giardino, cosa di cui probabilmente i malviventi erano a conoscenza – ma non avendo visto nessuno è tornato a dormire. L’unica consolazione della famiglia in questo brutto frangente è infatti che i ladri non abbiano fatto del male a quello che poteva essere l’unico testimone del loro crimine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento