Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Telecom, tecnico infedele rubava e rivendeva apparecchiature in giro per il mondo

Nella sua abitazione e in quella di un compagno di lavoro, ad Agugliano sono stati recuperati apparati per un valore complessivo di 250 mila euro, ma altri pezzi erano stati già rivenduti in Gran Bretagna e Australia

Rubava apparecchiature di proprietà della Telecom spa, dove lavorava come dipendente di un'azienda milanese di manutenzioni. Un tecnico di Ancona, B. S., è stato arrestato dai carabinieri che lo hanno sorpreso dopo che aveva asportato 4 schede del valore di 50 mila euro da una centrale Telecom del capoluogo.

Nella sua abitazione e in quella di un compagno di lavoro, ad Agugliano, denunciato a piede libero, sono stati recuperati apparati Telecom per un valore complessivo di 250 mila euro, ma altri pezzi erano stati già rivenduti in Gran Bretagna e Australia.

I due potevano accedere alle centrali Telecom di tutto il Paese: di recente sono stati almeno 30 i furti di apparati Telecom denunciati in vari comuni del centro Italia, e tutti con caratteristiche analoghe. Si cerca di capire se a commetterli siano stati i due tecnici.
B. S. verrà processato per direttissima in giornata, con l'accusa di concorso in furto e ricettazione.

Fonte: ANSA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecom, tecnico infedele rubava e rivendeva apparecchiature in giro per il mondo

AnconaToday è in caricamento