Il bilancio di fine anno in provincia, nel 2016 diminuiti furti e rapine

A dirlo sono i Carabinieri della provincia di Ancona per cui c'è stato un netto calo dei delitti consumati, che sono passati dai 17276 nel 2015 ai 13931 nel 2016. Il bilancio completo

Carabinieri davanti al tribunale di Ancona

I Carabinieri della Provincia di Ancona hanno stilato il bilancio di questo 2016. Secondo i militari c'è stato un netto calo dei delitti consumati, che sono passati dai 17276 nel 2015 ai 13931 nel 2016, con un decremento del 19,36%. In calo anche furti, eventi che creano maggiore allarme sociale nella nostra Provincia, passati dagli 8516 del 2015 ai 7271 del 2016 (-14.62%), con 577 eventi scoperti pari ad una percentuale dell’8 %, uguale a quella dell’anno precedente e di molto superiore a quella nazionale, mediamente attestata al 4%. Un importante calo si registra anche per quanto attiene alle rapine passate dalle 135 del 2015, 38 scoperte, alle 87 del 2016, 22  scoperte.

Non si sono verificati omicidi dolosi (due invece nel 2015) ed anche le estorsioni, avvenute principalmente nel campo di stupefacenti per mancate riscossione di crediti e ricatti on-line, sono risultate in calo passando dalle 75 del 2015 alle 52 di quest’anno. Infine anche il reato di danneggiamento, che resta uno degli eventi che incide significativamente sulla percezione dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha subito una forte diminuzione passando da 1694 episodi del 2015 a 1200 del 2016. I furti, anche quest’anno, risultano avere statisticamente un’incidenza maggiore rispetto agli altri eventi di maggior rilievo. Le tipologie più diffuse sono i furti in abitazioni, 1516 (1718 nel 2015 con un decremento del 11,76 %); sulle auto in sosta, 1152 (1320 nel 2015 con un decremento del 12,73 %); con destrezza 584 (818 nel 2015 con un decremento del 28,61 %); con strappo, 32 (45 nel 2015 con un decremento del 28,89 %); in esercizi commerciali, 589 (750 nel 2015 con un decremento del 22,27 %); di autovetture 213 (206 nel 2015 con un incremento del 3,4 %). In merito alle rapine, le tipologie più diffuse sono quelle perpetrate nelle pubbliche vie, 29 (58 nel 2015 con un decremento del 50 %); in esercizi commerciali, 19 (24 nel 2015 con un decremento del 20,83 %); in abitazione 17 (19 nel 2015 con un decremento del 10,53 %); in banca, 1 (8 nel 2015 con un decremento del 87,5 %); negli gli Uffici Postali, 5 (nessuna nell’anno precedente). Le attività dei Reparti del Comando Provinciale hanno permesso di eseguire 481 arresti e 3165 denunce in stato di libertà. Per quanto riguarda le principali tipologie di reato, nel 2016 sono stati perseguiti 6031 furti (6848 nel 2015) di cui 422 scoperti; 46 rapine (66 nel 2015) di cui 24 scoperte; 29 estorsioni (39 nel 2015) di cui 27 scoperte; nessun omicidio volontario (2 nel 2015).

DROGA. Per quanto attiene i reati inerenti gli stupefacenti, nel 2016 sono stati scoperti 232 delitti (189 nel 2015: + 22,75) e le attività hanno permesso di eseguire 114 arresti, 117 denunce in stato di libertà e segnalare al fine amministrativi, alla Prefettura, 171 assuntori. Inoltre sono stati sequestrati 27,132 Kg. di hashish, 1,880 Kg. di cocaina, 2,580 Kg. di marijuana,  0, 273 Kg. di eroina e 0,171 Kg. di altre sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento