Ferito e "sepolto" in casa tra rifiuti e topi, soccorso

L'uomo, presumibilmente obeso, è stato soccorso da 8 persone tra i volontari della Croce Rossa di Ancona e i vigili del fuoco. Allertate le forze dell'ordine ma anche agli uffici dei Servizi Sociali del Comune

Il momento del soccorso in casa

Quando gli operatori della Croce Rossa di Ancona e i vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento si sono trovati di fronte ad una scena inquietante. Era seduto sul divano, con le gambe doloranti e ferite, lesioni al bacino presumibilmente da piaghe, tra escrementi e avanzi di cibo. In un appartamento completamente invaso da buste di plastica, al cui interno c'erano oggetti di varia natura in stato di abbandono e rifiuti. E’ stato così soccorso un anconetano nel suo appartamento di via Caduti del Lavoro. “Non lo vedevamo uscire di casa da 10 giorni, però abbiamo visto uscire dei topi da lì” hanno detto alcuni vicini di casa agli operatori del soccorso. Ci sono volute 8 persone per sollevare l’uomo, anche obeso. E’ verosimile che l’anconetano si sia fatto male in casa da solo, ma poi, per motivi ancora da chiarire, avrebbe passato i giorni successivi seduto sul divano, lasciando che le condizioni delle lesioni peggiorassero, in un ambiente dalle condizioni igieniche compromesse. 

L’allarme è scattato al 118 in mattinata, mobilitando i volontari della Cri Ancona e dei pompieri. In casa era presente anche la sorella del ferito, anche se la donna non ha chiarito se fosse lì per caso o se vi abitasse stabilmente. Fatto sta che il caso, oltre il limiti di qualsiasi condizioni di decoro, è stato segnalato non solo alle forze dell’ordine ma anche agli uffici dei Servizi Sociali del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento