Senigallia: occhio ai falsi operatori della Caritas, sono truffatori

Si presentano come operatori della Caritas e passano di casa in casa chiedendo indumenti usati e viveri. Una volta entrati nell'abitazione, mettono in atto un consolidato stratagemma per rubare

Si presentano come operatori della Caritas e passano di casa in casa chiedendo indumenti usati e viveri. Ovviamente le vittime preferite sono gli anziani soli. Una volta entrati nell’abitazione, però, con l’abilità propria di chi vive di espedienti illegali riescono a rubare contanti e preziosi, praticamente sotto gli occhi dei padroni di casa, che hanno commesso l’unico errore di compiere quello che pensavano fosse un gesto caritatevole. L’allarme è stato dato ufficialmente ieri, a Senigallia, nel corso del primo incontro tra la polizia municipale e gli anziani allo scopo di metterli in guardia contro le truffe, come riportato dal quotidiano Il Messaggero.

TRUFFATORI “EVOLUTI”. La furbizia scellerata dei malviventi sta proprio nel non chiedere direttamente denaro – fatto che suonerebbe ormai sospetto ai più – ma solo cibo e vestiti, e di usare questa scusa per entrare in casa. Ma i criminali sono sempre in due: e mentre uno segue il padrone o la padrona di casa nel reperire materiale per la donazione, l’altro (o l’altra) fruga nei cassetti e nei comò, non visto.

ATTENZIONE. La raccomandazione principale delle forze dell’ordine, ha spiegato il comandante della polizia municipale Flavio Brunaccioni, è sempre quella di non aprire agli sconosciuti, ma di chiamare invece la municipale, i carabinieri o la polizia: “Meglio una telefonata in più che una in meno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento