Cronaca Falconara Marittima

«Ti stacco la testa», poi tenta di sfondare la porta con una mazza

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che lo hanno rintracciato e bloccato quando si trovava ormai a 200 metri dall'abitazione

FALCONARA - Prima la minaccia di morte, poi con una mazza tenta di sfondare la porta di casa dove la sorella si è chiusa per difendersi. Ha dell'incredibile quanto accaduto ieri pomeriggio a Falconara, dove un uomo ha aggredito sua sorella brandendo una mazza. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che lo hanno rintracciato e bloccato quando si trovava ormai a 200 metri dall'abitazione e cercava di allontanarsi.

Raggiunta la donna i militari hanno scoperto che la porta era stata incrinata da un violento colpo sferrato con una mazzetta demolitrice da 5 kg, trovata sul posto, abbandonata qualche istante prima dall’aggressore. Inoltre l'uomo non era nuovo ad escalation di violenza verso la sorella e che le vessazioni da tempo erano rivolte anche all’indirizzo dell’anziana madre convivente, anche per futili motivi. Entrambi i fratelli infatti dimorano in una casa colonica, insieme alla stessa madre. Dall’ascolto delle vittime e da una veloce ispezione del dispositivo cellulare in uso alla sorella, i Carabinieri hanno scoperto una lunga serie di vessazioni e minacce aggravate del tipo «Ti stacco la testa». L'uomo è stato quindi immediatamente arrestato e collocato dal pm di turno presso le camere di sicurezza della caserma falconarese. Arresto convalidato questa mattina con l’obbligo giornaliero di presentazione alla pg presso gli uffici del Comando Tenenza CC di Falconara Marittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Ti stacco la testa», poi tenta di sfondare la porta con una mazza

AnconaToday è in caricamento