rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca

La cocaina ha la "faccia" del padrino: jesino fermato a Palermo con 17 chili di droga

In manette uno jesino di 41 anni: la guardia di finanza lo ha fermato vicino allo svincolo di Buonfornello mentre era alla guida del suo furgone. Decisiva una perquisizione effettuata con i cani antidroga

PALERMO - Fermato in autostrada con 17 chili di cocaina: in arresto uno jesino di 41 anni. Lo stupefacente avrebbe fruttato, una volta venduto nelle piazze di spaccio, oltre un milione di euro.

L'operazione

Importante operazione dei finanzieri del comando provinciale di Palermo che hanno sequestrato oltre 17 chili di cocaina, nascosti in un furgone fermato e controllato nei pressi dello svincolo autostradale di Buonfornello, in direzione Palermo. E' successo nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio effettuati lungo le strade di collegamento con Palermo.

La perquisizione dei canti antidroga, così lo jesino è stato scoperto e arrestato

Una pattuglia del nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo ha bloccato un furgone per poi procedere all’identificazione del conducente, un 41enne di Jesi che, nel corso delle operazioni, "si è mostrato particolarmente nervoso e agitato - dicono dalla guardia di finanza -. Pertanto, i militari hanno effettuato una più approfondita attività di perquisizione del mezzo, trovando nascosti in un doppiofondo del furgone, grazie al fiuto dei cani antidroga Nilo ed Ethoo del gruppo pronto impiego di Palermo, 15 involucri avvolti in buste di cellophane con l'immagine del film “Il Padrino”, per un peso complessivo di 17,3 chili di cocaina".

La droga, qualora immesso sul mercato, avrebbe fruttato al dettaglio ricavi per oltre 1,4 milioni di euro. Il corriere è stato tratto in arresto e portato al Pagliarelli. Il giudice ha convalidato l'arresto disponendo per Corinaldesi la misura cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cocaina ha la "faccia" del padrino: jesino fermato a Palermo con 17 chili di droga

AnconaToday è in caricamento