Cronaca

Hashish e marijuana tra i pantaloni, fratelli scoperti dalla polizia: entrambi arrestati

Entrambi sono stati immediatamente arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti destinate al mercato dello spaccio locale; dovranno rispondere anche del reato di Violenza e Resistenza a Pubblico Ufficiale

Nella tarda mattinata di ieri sono stati convalidati gli arresti per spaccio di due fratelli. I poliziotti hanno proceduto al controllo di una vettura condotta dal maggiore dei due giovani fratelli, un 28enne di origine africana, ma da anni residente con la famiglia in Italia.

Il giovane, al momento del controllo, si trovava in compagnia di un suo amico. Il mal celato nervosismo manifestato da entrambi ha insospettito gli agenti della Squadra Volante che in collaborazione con i poliziotti dell’Anticrimine hanno proceduto ad un accurato controllo dell’autovettura e dei due giovani. Addosso al conducente, trattenuta da una calzamaglia indossata sotto i pantaloni, hanno trovato un panetto di hashish dal peso di 100 grammi circa, mentre hanno scoperto che il giovane passeggero nascondeva nella biancheria intima quasi tremila euro in banconote di vario taglio e due confezioni di resina di marijuana in polvere. La successiva perquisizione eseguita presso il domicilio di Macerata, che il 28enne condivide con il fratello ventiduenne, ha permesso di trovare hashish e marijuana, nonché vario materiale per il confezionamento di dosi, tra cui un bilancino di precisione perfettamente funzionante.

Parte della sostanza stupefacente trovata nell’appartamento era nascosta nei cassetti del mobile della cucina, ed altra è stata trovato dagli Agenti del Commissariato di Polizia di Osimo, a cui ha prestato ausilio personale della Squadra Mobile della Questura di Macerata, all’interno di un paio di scarpe da tennis in uso al minore dei due giovani. Durante la perquisizione, alla quale i due fratelli hanno tentato di opporsi aggredendo i poliziotti con calci e pugni, un agente è stato ferito ed è stato costretto a ricorrere alle cure mediche. Entrambi sono stati immediatamente arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti destinate al mercato dello spaccio locale; dovranno rispondere anche del reato di Violenza e Resistenza a Pubblico Ufficiale. I due hanno atteso agli arresti domiciliari l’udienza di convalida della misura detentiva, che per competenza territoriale è stata celebrata davanti al Giudice del Tribunale di Ancona per il fratello maggiore e davanti al Giudice del Tribunale di Macerata per il minore. Gli arresti sono stati entrambi convalidati. Il fratello minore ha scelto di patteggiare la pena che, grazie al rito speciale, gli e stata ridotta ad anni 1 di reclusione e euro 3000 di multa, con contestuale concessione del beneficio della sospensione. Il fratello maggiore invece, che tramite il proprio difensore ha chiesto i termini a difesa, attenderà il processo fissato per metà giugno con l’obbligo di non allontanarsi dal comune di residenza e di non uscire di casa nelle ore notturne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hashish e marijuana tra i pantaloni, fratelli scoperti dalla polizia: entrambi arrestati

AnconaToday è in caricamento