Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

La carrozzeria dismessa diventa una discarica: trovati quintali di rifiuti pericolosi

A scovarli è stata la guardia di finanza sorvolando con gli elicotteri, C'erano pneumatici usati, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche “Raee” (tra cui frigoriferi e congelatori), materiale d’arredo, contenitori con vernici, solventi e olio esausto, materiale plastico vario e rottami

E' stato grazie ad un sorvolo con gli elicotteri che è stata scoperta una discarica abusiva di rifiuti pericolosi dove si trovava una carrozzeria ormai dismessa. Nell'area, a Macerata, c'erano numerosi veicoli in evidente stato di abbandono, con parti mancanti o danneggiate, già sottoposti a sequestro da altra forza di polizia per reati ambientali. Il proseguo delle attività, effettuate nella zona retrostante l'attività, ha permesso di trovare il deposito occulto. Il titolare dell'autocarrozzeria aveva provveduto, nel tempo, ad accumulare ed occultare quintali di pneumatici usati, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche “Raee” (tra cui frigoriferi e congelatori), materiale d’arredo, contenitori con vernici, solventi e olio esausto, materiale plastico vario e rottami, su una grande terrazza di pertinenza della propria abitazione, ubicata nello stesso immobile e costituente il tetto dell’officina. Il tutto era lasciato alle intemperie, senza alcun rispetto delle normative ambientali e igienico-sanitarie. In aggiunta, è stato constatato che, parte del percolato fuoriuscito dai rifiuti rinvenuti sulla terrazza, classificati come pericolosi (atteso che contengono al loro interno un'elevata dose di sostanze inquinanti e per questo motivo occorre renderli innocui, attraverso specifici trattamenti) era presente sul terreno al di sotto del tetto dell’officina e, quindi, potenzialmente capace di infiltrarsi nel sottosuolo e produrre effetti inquinanti.
Al termine delle operazioni l’area e i rifiuti sono stati posti sotto sequestro, mentre il responsabile della discarica non autorizzata, è stato denunciato per il reato di attività di gestione di rifiuti
non autorizzata. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Macerata, su richiesta del pubblico ministero, ha già convalidato il sequestro, eseguito d'urgenza dai finanzieri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carrozzeria dismessa diventa una discarica: trovati quintali di rifiuti pericolosi
AnconaToday è in caricamento