Apolinno d'oro, tra i premiati anche i membri della Croce Rossa di Osimo

A trionfare professionalità e umanità. Ai giovani soccorritori riconosciuta la performance alle Gare Nazionali di Primo Soccorso dello scorso settembre

Si è tenuta domenica 4 febbraio la cerimonia di premiazione dell’Apollino d’Oro, gli ‘Oscar’ dello sport di Osimo. Tra i premiati anche i membri osimani del team Croce Rossa Italiana Marche che lo scorso settembre hanno partecipato alla Gara Nazionale di Primo Soccorso, organizzata a Reggio Emilia. A partecipare alla premiazione anche il Presidente del Comitato, Adriano Antonella, e quello della Croce Rossa regionale, Fabio Cecconi. Entrambi hanno sottolineato, infatti, la loro soddisfazione nel veder premiati ragazzi giovani oltre che nel veder riconosciuta una disciplina particolare come quella del soccorso simulato. Mai prima d’ora, infatti, la disciplina aveva ricevuto un riconoscimento. Il soccorso simulato, infatti, tenta di riprodurre in via eccezionale quello che quotidianamente i soccorritori si ritrovano ad affrontare e che ogni giorno l’associazione tenta di insegnare ai nuovi volontari. Scenari che vanno dal trauma alla maxiemergenza. Particolare menzione poi è andata al premio Luisa Monti che la squadra della Cri Marche si è aggiudicata duranta la gara. Un trofeo speciale che premia l’affiatamento tra i ‘giocatori’ e il rapporto con i pazienti.

L’Oscar ricevuto ha ricordato alla cittadinanza come preparazione e professionalità siano sinonimo di sicurezza. Quella che quotidianamente, nella vita reale, i volontari della Croce Rossa offrono agli osimani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento