Cronaca

Un paziente in terapia intensiva, nessuno in attesa di ricovero: il bollettino del 7 luglio

Questo il bollettino odierno fornito dal Servizio Sanità della Regione Marche. Si svuotano anche le terapie semi-intensive

Non ci sono state vittime oggi nelle Marche: i decessi da inizio emergenza restano 3.038 (1.706 uomini e 1.332 donne con un'età media di 82 anni che nel 97,2% dei casi presentavano patologie pregresse). Il territorio più colpito resta la provincia di Pesaro Urbino dove sono decedute 983 persone, seguito da Ancona (970), Macerata (515), Fermo (290) ed Ascoli Piceno (245), mentre sono 35 le vittime provenienti da fuori regione.

Il servizio Sanità della Regione comunica che i contagi sono saliti a 103.882 (+52): 99.564 dimessi/guariti (+44), 1.272 in isolamento domiciliare (+9) e 8 ricoverati (-1). Si svuotano le semi intensive mentre in terapia intensiva resta un paziente (Pesaro Marche Nord) e nei reparti non intensivi sette (uno a Marche Nord, quattro al Torrette di Ancona e due a Fermo). Gli ospiti delle strutture territoriali restano 32 mentre non ci sono pazienti in attesa di ricovero nei Pronto soccorso marchigiani. Dei 52 casi odierni sei sono stati rilevati in provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 21.374, sei ad Ancona (33.088), dieci a Pesaro Urbino (23.440), uno a Fermo (10.295), 19 ad Ascoli Piceno (11.517) e dieci fuori regione (4.168). I casi/contatti in isolamento domiciliare infine salgono a 1.450 (+115): 1.127 asintomatici e 323 sintomatici. In quarantena anche 25 operatori sanitari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un paziente in terapia intensiva, nessuno in attesa di ricovero: il bollettino del 7 luglio

AnconaToday è in caricamento