menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arbitro accerchiato e colpito, sospesa la gara di playout: arrivano i carabinieri

Colpo di scena attorno al 30' del secondo tempo di Vigor Camerano – Ponterosso, playout di Seconda Categoria. Il fischietto barricato negli spogliatoi

Scene più da corrida che da partita di calcio al campo sportivo Montenovo di Camerano dove oggi, sabato 26 maggio, si è disputata Vigor Camerano – Atletico Ponterosso, playout secco, da dentro o fuori, per mantenere al Seconda Categoria e non retrocedere in Terza. Disputata in parte con l'arbitro accerchiato dagli atleti anconetani, spintonato e costretto a sospendere l'incontro quasi un quarto d'ora dal termine dell'incontro sul risultato di 2-0 per la Vigor. Vittoria che, pressoché scontato, sarà confermata anche dal giudice sportivo regalando ai ragazzi del presidente Angelo Paci la salvezza e condannando l'Atletico alla retrocessione. Il parapiglia attorno al fischietto è scoppiato attorno al 30', con il Ponterosso già in 10 uomini per una precedente espulsione. Dopo un intervento falloso, l'arbitro ha ammonito un giocatore anconetano.

Proteste, spinte. Secondo giallo ed espulsione. A quel punto l'arbitro è stato circondato dai compagni di squadra dell'espulso. Qualcuno dalla panchina ha raggiunto il capannello lanciando una borraccia addosso al giudice di gara. Partita sospesa. L'arbitro si è barricato negli spogliatoi. Di fuori, tutto il Ponterosso rabbioso. Sono intervenute tre auto dei carabinieri per riportare la situazione alla calma. «Preferisco non commentare quanto avvenuto – dice il presidente cameranense Paci – perché ognuno si prenderà la propria responsabilità. Sono contento che i ragazzi, tutti '97, '98 e '99 provenienti dalle giovanili del Camerano, benché impauriti abbiano onorato il campo senza cadere nelle provocazioni. Per noi salvarci equivale a vincere un campionato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento