Cronaca

Botte e insulti dopo la richiesta di separazione: 15 anni di inferno per la moglie e i figli

Secondo gli investigatori della squadra Mobile, le violenze andavano avanti dal lontano 2006

Foto di repertorio

Dal 2006 maltrattava la moglie e i figli, picchiando la donna anche con calci. Il giudice lo allontana dalla famiglia. Ad applicare la misura cautelare sono state nelle ultime ore i poliziotti della squadra Mobile che, coordinati dal dirigente Carlo Pinto, hanno indagato su anni di maltrattamenti iniziati dopo la richiesta di separazione da parte di lei.

Dalle ricostruzioni degl iinvestigatori emerge che l'uomo, un 60enne anconetano, aveva iniziato le vessazioni ben 15 anni fa arrivando ad aggressioni sia fisiche che verbali anche nei confronti della donna e dei figli. Secondo le indagini, la donna veniva insultata in pubblico e riceveva dal marito anche lettere dal contenuto osceno. Dopo una prima separazione, la convivenza era ripresa, insieme però alle violenze. Calci, spinte, strattonamenti, un vetro della finestra infranto da una sassata e, in un caso, anche il distaccamento della linea telefonica. Insieme all'allontanamento, il gip ha disposto anche il divieto di avvicinamento ai familiari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e insulti dopo la richiesta di separazione: 15 anni di inferno per la moglie e i figli

AnconaToday è in caricamento