rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Luce e gas alle stelle, rincari senza precedenti: «Aumentano le bollette a rate»

Luci e riscaldamento vengono razionati mentre l'auto resta in garage perché fare rifornimento costa troppo. I consigli del presidente di Estra Prometeo Marco Gnocchini

ANCONA – Far quadrare i conti con l’aumento di bollette e benzina è un'impresa. Si razionano luci e riscaldamento mentre gli elettrodomestici restano fermi. Le spese vengono pagate sempre di più a rate e l’auto resta in garage perché fare rifornimento costa troppo. Gli aumenti sono ovunque e famiglie e imprese si sono viste triplicare se non quadruplicare il costo di energia e gas rispetto ai mesi precedenti. Intanto per tamponare la situazione le realtà come Estra Prometeo cercano di venire incontro ai loro clienti ma la situazione è complessa. Il presidente di Estra Prometeo, Marco Gnocchini, spiega: «Noi siamo a contatto con il territorio, abbiamo una responsabilità sociale in quanto azienda che fornisce questi servizi e stiamo cercando di agevolare in tutti i modi i clienti ma questa è una situazione senza precedenti». Prosegue: «Da fare non c’è molto, noi compriamo il gas ad un prezzo altissimo e i margini dell’offerta sono limitati. Siamo un’azienda del territorio costantemente sotto pressione e cerchiamo di soddisfare tutte le richieste però la situazione è complicata».

Marco Gnocchini 3-2E allora che consigli dare all'utenza per non essere schiacciati da scadenze e pagamenti: «Oltre alle iniziative legate alla dilazione della bolletta che è una misura che ci viene imposta dall’autorità per l’energia, ci sono delle offerte a prezzo fisso per un anno. Ora siamo in attesa di nuove misure del governo oltre a quelle già messe in campo dell’azzeramento degli oneri di sistema. Il consiglio è di fare interventi di efficientamento energetico, il cambio caldaia e la sua revisione. Cercare poi di limitare al massimo i consumi anche perché, se qui non si interviene in maniera strutturale, la situazione diventerà drammatica».

I prossimi mesi saranno complicati quindi e i rincari record delle famiglie potrebbero non arrestarsi qui. «Pensavamo – dice Gnocchini - nel secondo trimestre di vedere una discesa dei prezzi, ma con la guerra in Ucraina la situazione diventa preoccupante». Prosegue: «L’aumento era iniziato la scorsa estate da varie concause: l’aumento della domanda dei combustibili fossili dopo i lockdown e la richiesta di fonti rinnovabili che ha portato una parte del gas diretta in Europa in altri continenti. Tutto questo sommato alla crisi internazionale che ha peggiorato tutto».  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luce e gas alle stelle, rincari senza precedenti: «Aumentano le bollette a rate»

AnconaToday è in caricamento