Cronaca

La notte di Santo Stefano si è portata via il piccolo Giacomo: disposta l’autopsia 

Sarà l’autopsia ad accertare le cause della morte del bambino di appena un anno durante la notte di Santo Stefano. Sulla vicenda indagano i carabinieri

foto di repertorio

Sarà l’autopsia a fare chiarezza sul decesso del piccolo Giacomo Isolani, il bambino di un anno morto la notte di Santo Stefano nella sua casa di Camerano. L’esame non è stato disposto dalla magistratura, che potrebbe comunque farlo nelle prossime ore, bensì è stato richiesto dal medico curante del piccolo per fini conoscitivi. 

La morte sarebbe avvenuta per arresto cardiocircolatorio. Secondo una prima ricostruzione il piccolo Giacomo era sofferente per febbre, tosse e catarro da diverse ore. I sintomi persistenti hanno spinto i genitori a contattatare la guardia medica che ha prescritto un antipiretico. La febbre però, dopo un lieve miglioramento, è tornata ad alzarsi e visto il peggioramento è stato chiamato il 118. Verso le 4 del mattino sul posto è intervenuta l’ambulanza della Croce Gialla di Camerano insieme all’automedica ma la situazione era ormai compromessa, tanto che la lunga manovra di rianimazione non è bastata a strappare il bambino alla morte. Le cause saranno ora ricercate e accertate attraverso l’autopsia. Sulla vicenda indagano i carabinieri della Compagnia di Osimo, al momento non risultano iscritti nel registro degli indagati e nelle prossime ore l’informativa arriverà sui tavoli della procura della Repubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte di Santo Stefano si è portata via il piccolo Giacomo: disposta l’autopsia 

AnconaToday è in caricamento