Monossido di carbonio killer, morta una bambina: il fratellino è gravissimo

La tragedia nella notte tra giovedì e venerdì. A lanciare l'allarme sono stati proprio i genitori della piccola. Il fratellino invece si trova in ospedale

Ambulanza e Carabinieri (foto d'archivio)

Una tragedia ha sconvolto questa notte l'intera comunità di Aspro/Codellanoce, una frazione a pochi passi da Sassoferrato. Una bambina è morta a causa delle esalazioni di monossido di carbonio, probabilmente generato da un focolare artigianale. Il suo fratellino invece si trova in gravissime condizioni in ospedale.

A dare l'allarme sono stati i genitori, originari del sudamerica, che si trovavano nell'appartamento. Sul posto sono gli uomini dei vigili del fuoco provenienti da Arcevia. Intervenuti anche i Carabinieri ed i sanitari del 118 che purtroppo non hanno potuto far nulla per salvare la piccola, di soli 10 anni. I genitori non hanno invece riscontrato nessun sintomo da avvelenamento da monossido, visto che dormivano in una stanza differente. L'altro figlio, è stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale di Fano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento