Monossido di carbonio killer, morta una bambina: il fratellino è gravissimo

La tragedia nella notte tra giovedì e venerdì. A lanciare l'allarme sono stati proprio i genitori della piccola. Il fratellino invece si trova in ospedale

Ambulanza e Carabinieri (foto d'archivio)

Una tragedia ha sconvolto questa notte l'intera comunità di Aspro/Codellanoce, una frazione a pochi passi da Sassoferrato. Una bambina è morta a causa delle esalazioni di monossido di carbonio, probabilmente generato da un focolare artigianale. Il suo fratellino invece si trova in gravissime condizioni in ospedale.

A dare l'allarme sono stati i genitori, originari del sudamerica, che si trovavano nell'appartamento. Sul posto sono gli uomini dei vigili del fuoco provenienti da Arcevia. Intervenuti anche i Carabinieri ed i sanitari del 118 che purtroppo non hanno potuto far nulla per salvare la piccola, di soli 10 anni. I genitori non hanno invece riscontrato nessun sintomo da avvelenamento da monossido, visto che dormivano in una stanza differente. L'altro figlio, è stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale di Fano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Il titolare ubriaco serve i clienti, il questore chiude il bar: «Ritrovo di pregiudicati»

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

Torna su
AnconaToday è in caricamento