Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Velocar Falconara: «Le prime sentenze confermano le ragioni di chi contesta»

Va avanti la battaglia legale contro le sanzioni elevate tramite il velocar installato sulla SS16

Foto di repertorio

FALCONARA «Le prime sentenze depositate dal Giudice di Pace di Ancona confermano le ragioni di chi ha fin da subito contestato la legittimità del velox di Falconara Marittima». Così l’avvocato Francesco Rubini, che assiste una decina di persone pizzicate dal velocar delle polemiche installato lungo la Statale 16. Molti dei clienti hanno ricevuto più di una contestazione.

«Il mancato rispetto della legge che impone la distanza di 1 km tra il segnale di limitazione della velocità e la postazione elettronica è circostanza ormai riconosciuta dal Giudice di Pace stesso- prosegue Rubini- come legali che fin dall’inizio abbiamo seguito la vicenda al fianco dei cittadini vessati non possiamo che essere soddisfatti rinnovando la nostra disponibilità nei confronti di chiunque vorrà avviare o proseguire questa battaglia». Proprio sulla distanza tra il segnale e il dispositivo sono emerse delle novità: l'Anas ha infatti  spostato il segnale di limitazione lo scorso ottobre, arretramento che potrebbe influire pesantemente sulle multe elevate prima di quella data. La scorsa settimana sono saliti a 11 i ricorsi accolti tra quelli presentati dall’avvocato Donatella Baleani.
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velocar Falconara: «Le prime sentenze confermano le ragioni di chi contesta»

AnconaToday è in caricamento