A zonzo nonostante l’espulsione, nuovo arresto per l’abitué del rientro illegale 

Non doveva trovarsi In Italia perché era già stato espulso nel 2016, invece se ne andava a spasso con la moglie per le vie della città. Una storia già vista dai carabinieri

Foto di repertorio

Non doveva trovarsi In Italia perché era già stato espulso nel 2016, invece si godeva la domanica a spasso con la moglie per le vie di Castelfidardo. Una storia già vista dai carabinieri fidardensi, guidati dal comandante Domenico Grossi, che per la seconda volta in due anni lo hanno sorpreso, identificato e arrestato durante un normale servizio di controllo del territorio. Il 54enne albanese, già noto alle forze dell’ordine, è infatti un abitué del rientro illegale. Già espulso a marzo del 2016 non abrebbe potuto rimettere piede in Italia fino al  2021 invece nel settembre dello stesso anno era di nuovo a zonzo per Castelfidardo. Per lui sono scattate di nuovo le manette. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento