Via Cialdini, smantellata dalla Polizia "casa dello spaccio"

In manette R. D., 45enne incensurato, che riforniva anche molti ragazzi nel suo appartamento di via Cialdini. Un preciso rituale codificato permetteva ai clienti di sapere se il pusher era rifornito

"Casa dello spaccio" smantellata dalla Squadra Mobile di Ancona in via Cialdini, dove R. D., 45 anni, incensurato, riforniva i suoi clienti, fra i quali molti giovani studenti.
C'era tutto un rituale codificato: il cliente chiamava prima al telefono e chiedeva "Come stai?", se il pusher rispondeva "Bene" significava che la "dispensa" era rifornita e si poteva passare per gli acquisti, mentre se la risposta era negativa allora bisognava riprovare dopo qualche giorno.

Gli agenti hanno trovato in casa dell'uomo 20 gr di marijuana nascosti in cantina, 8 gr di cocaina in un barattolo in cucina e21 gr di hashish nel sottoscala, insieme ad il necessaire per il confenzionamento delle dosi e all'immancabile bilancino di precisione. Quando gli agenti hanno chiuso il cerchio su di lui, dopo giorni di appostamenti, l'uomo si è chiuso nel riserbo più assoluto. Processato ieri, è stato condannato a 1 anno e 8 mesi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento