Apra consegna un lotto di buoni alimentari alle famiglie in difficoltà

Alla fine saranno in tutto 670 i nuclei familiari beneficiari del contributo che può essere speso esclusivamente per beni alimentari nei supermercati e negozi convenzionati. In media ogni famiglia ha ricevuto circa 315 euro, per un totale complessivo di 211mila

JESI - In consegna anche l’ultimo lotto dei buoni alimentari per le famiglie del Comune di Jesi in difficoltà economica. Se ne stanno occupando gli agenti della Polizia Locale e i volontari dell’Associazione Carabinieri in congedo che li stanno portando direttamente in casa dei beneficiari.

Alla fine saranno in tutto 670 i nuclei familiari beneficiari del contributo che può essere speso esclusivamente per beni alimentari nei supermercati e negozi convenzionati. In media ogni famiglia ha ricevuto circa 315 euro, per un totale complessivo di 211mila, vale a dire l’esatto ammontare delle risorse assegnate dallo Stato al Comune proprio per tale finalità. Ma ad esse si aggiungeranno un altro buon numero di famiglie che potranno avere i buoni alimentari grazie a donazioni di aziende o di privati destinati a proprio a questa finalità. Si tratta di altri 32.500 euro che permetteranno di estendere questo prezioso beneficio esattamente a 106 nuclei familiari. Sono donazione pervenute direttamente al Comune di Jesi e che sono state dirottate nel fondo della Fondazione “Vallesina Aiuta Onlus” destinandoli a tale finalità specifica, così come richiesto dagli stessi donatori. Quasi la metà sono stati generosamente stanziati da Apra, primaria azienda di servizi informatici con sede nella nostra città e operativa in tutto il territorio nazionale.

«Dal territorio per il territorio - motivano da Apra questo bellissimo gesto di solidarietà - è un pensiero che ci ispira e ci guida da oltre 40 anni. Soprattutto in una situazione di notevole difficoltà come quella che stiamo attraversando, a causa della pandemia di Covid-19. Così, come azienda Apra, abbiamo deciso di destinare un’importante donazione al Comune di Jesi, per aiutare più di 60 famiglie a fare la spesa e ad affrontare queste settimane complicate. Sono proprio questi momenti a ricordarci cosa significhi appartenere a una comunità: cercarsi e supportarsi per superare insieme qualsiasi prova». Agli amministratori di Apra il ringraziamento sincero del Comune di Jesi. «Queste risorse - spiega l’assessore ai servizi sociali Marialuisa Quaglieri - sono fondamentali per aiutare tutte quelle famiglie che, pur avendo i titoli per essere sostenute in questo momento di grave difficoltà, non sono rientrate nella prima graduatoria con i fondi che ci erano stati assegnati dallo Stato. Aa Apra, azienda sempre attenta al nostro territorio e agli altri donatori i sensi di profonda gratitudine per aver compreso le criticità che in molti vivono perché hanno perso il lavoro, spesso anche precario, e vivono nella disperazione più assoluta perché non hanno i soldi neanche per acquistare i generi di primissima necessità. Jesi ed il suo territorio si sta confermando una comunità forte e coesa e grazie anche ad un terzo settore straordinario sta dando prova di grande solidarietà ed efficacia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento