Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Presidente Ordine avvocati, Miranda: «In questi tempi difficili serve compattezza»

Il presidente dell'Ordine degli avvocati sarà presente all'inaugurazione dell'anno giudiziario

Il presidente Maurizio Miranda

Maurizio Miranda, presidente dell’Ordine degli avvocati di Ancona, interverrà all’Inaugurazione dell’Anno Giudiziario in programma presso il Palazzo di Giustizia dalle ore 10.30 in rappresentanza di tutta l’avvocatura delle Marche a causa delle restrizioni dovute al fenomeno pandemico in corso che colpisce anche questa occasione di riflessione e confronto sui temi della Giustizia. Nel corso del suo discorso, Miranda metterà in luce le conseguenze della pandemia anche per quanto concerne l’amministrazione della giustizia, come gli altri ambiti della vita sociale, e che già risentiva di problematiche più volte evidenziate.

«A nome degli avvocati marchigiani - si legge nella nota - intende sottolineare l’impegno di tutte le parte coinvolte nel tentativo di non rendere totale la paralisi del mondo giuridico, il cui funzionamento è fondamentale nell’assicurare la tutela dei diritti che rappresenta uno dei cardini fondamentali sanciti dalla costituzione. La disponibilità e la flessibilità di avvocati, magistrati, cancellerie non ha fatto che evidenziare come le carenze di personale amministrativo negli uffici giudiziari che da anni vengono denunciate, avessero creato già uno stato di emergenza solo ulteriormente acuito dalla pandemia. Nell’incessante abnegazione di chi si trova quotidianamente “in prima linea” – dirà Miranda rivolgendosi ai presenti, il Presidente della Corte di Appello, i rappresentanti del Csm e del Ministero della Giustizia, il Procuratore Generale – si è fatto il massimo per non fermare la macchina pur con scarse risorse e pochissimi mezzi. In questo difficile compito l’avvocatura ha mostrato compattezza e forte solidarietà che ha portato ad un rafforzamento della categoria. Miranda sottolineerà il ruolo dell’avvocatura quale elemento protagonista delle vicende del mondo giudiziario, e quindi partecipe delle difficoltà ma anche strenua difensore della qualità dei servizi prestati che deve prevalere sulla efficienza dei numeri e sulla statistica».

«Miranda - si legge ancora - respingerà con forza gli ingiustificati attacchi all’avvocatura, accusata di non avere cognizione degli argomenti sui quali è intervenuta oppure di non conoscere il contesto normativo dell’emergenza sanitaria e dunque di non comprendere, tra le altre, le questioni relative alla capienza massima delle Aule di Udienza che si presentano spesso inadeguate ai sensi delle norme anti-contagio evidenziando come molti altri Uffici Giudiziari abbiano provveduto ad effettuare tale valutazione. Nel rapporto con la magistratura il presidente dell’Ordine degli avvocati intende ribadire la disponibilità all’interlocuzione in un rapporto tra pari per la costruzione di un dialogo fondato sul confronto auspicando l’unificazione quantomeno a livello distrettuale, di tutti i protocolli per la celebrazione delle udienze». 

Miranda sottolineerà il ruolo dell’avvocatura quale elemento protagonista delle vicende del mondo giudiziario e quindi partecipe delle difficoltà, strenua difensore della qualità dei servizi prestati. «La pandemia - proseuge - ha posto in cima alle priorità gravose problematiche sia nel settore penale che in quello civile, e che parzialmente hanno trovato una soluzione sotto la spinta dell’emergenza come lo scaglionamento dell’orario delle udienze civili, attuato per evitare gli assembramenti, ma evidenziato anche questioni che necessitano di soluzioni improrogabili come le vacanze nella pianta organica o l’introduzione di modalità telematiche che impediscano file agli sportelli e produzione di quintali di carta nei procedimenti penali. Le novità introdotte in situazione di emergenza devono essere oggetto del confronto al quale l’avvocatura sarà sempre disponibile nell’interesse superiore della Giustizia tracciando una via che porti al livello di eccellenza che tanto auspica. La voce dell’avvocatura, senza mai trascurare la propria anima plurale, dovrà essere ascoltata». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidente Ordine avvocati, Miranda: «In questi tempi difficili serve compattezza»

AnconaToday è in caricamento