menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Polizia in corso Amendola

La Polizia in corso Amendola

«State lontani da casa che mi sparo», poi si uccide con un fucile

L'uomo ha prima avvisato un amico, dicendogli che nessuno doveva avvicinarsi alla sua casa. La tragedia il giorno del suo compleanno. La figlia sarebbe dovuta partire oggi per il viaggio di nozze

«State lontani dalla mia casa». Poi la tragedia il giorno del suo compleanno. L'intera comunità è sotto choc per la scomparsa di un noto dentista anconetano, morto oggi (martedì) all'età di 58 anni. La figlia sarebbe dovuto partire oggi per il viaggio di nozze. Sua moglie,  proprio mezz'ora prima del fattaccio, era passata a casa per lasciargli il regalo di compleanno.

L'uomo ha prima chiamato un suo amico, dicendo di dire alla moglie di stare lontano da casa perchè si sarebbe ucciso. Inutile il tentativo di avvertire le forze dell'ordine. La Polizia è subito intervenuta, trovando il cadavere dell'uomo in casa. L'ipotesi più probabile sarebbe quella del suicidio. Il 58enne si sarebbe ucciso con un colpo di fucile in testa, arma regolarmente detenuta nel proprio appartamento. Sotto choc commercianti e residenti. Gli investigatori stanno ora indagando per scoprire le reali motivazioni, che avrebbero spinto l'uomo a farla finita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento