Sindacato dei medici e dirigenti: «Liste d’attesa? Serve personale amministrativo di supporto»

Oriano Mercante, Segretario di Anaao Assomed Marche ritiene che si potrebbe ovviare al problema ricorrendo a personale anche non eccessivamente specializzato

Oriano Mercante

«Il tema annoso delle liste d’attesa potrebbe essere risolto rafforzando l’organico del personale amministrativo o di segreteria che siano di supporto al medico». A proporre la soluzione è Oriano Mercante, Segretario di Anaao Assomed Marche che, sentiti i colleghi, ritiene che si potrebbe ovviare al problema ricorrendo a personale anche non eccessivamente specializzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Fatta la diagnosi – spiega Mercante – al medico che ha effettuato la visita poi oggi compete l’obbligo di una serie di incombenze burocratiche che tra l’altro prevedono di accreditarsi per ogni paziente in 4 diversi sistemi informatici che causano un notevole spreco di tempo anche perché purtroppo sono quasi sempre molto lenti». Per il sindacato di medici e dirigenti sanitari, quindi, stanti le difficoltà a potenziare i servizi, almeno si potrebbe fornire al medico personale di supporto che sbrighi le pratiche burocratiche consentendo a lui di effettuare le visite. «Ricette e prenotazioni siano ad appannaggio del personale di supporto che, su indicazione del medico, un po’ come accade negli studi del medico di famiglia, provveda a completare tali passaggi effettuando eventuali prenotazioni per esami diagnostici, compilino la ricetta, aggiornino la cartella clinica del paziente ecc.» insiste Mercante. L’eccessiva burocratizzazione è un elemento che costringe il medico a svolgere pratiche improprie e costose. Da qui la proposta che sicuramente contribuirà a risolvere il problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento