menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Alluvioni, grandine e trombe d'aria, gli eventi estremi in Italia nel 2020

Sulla costa adriatica, ad Ancona il 30 agosto, una violenta grandinata ha danneggiato numerose auto in sosta e finestre degli edifici. Ecco gli eventi del 2020

Il 2020, dal punto di vista climatico, ha visto in Italia un intensificarsi degli eventi estremi: sono stati 239 fenomeni meteorologici intensi, in crescita rispetto ai 186 del 2019, con 20 vittime, come rileva l'Osservatorio CittàClima di Legambiente. Ecco alcuni dei casi più rilevanti che hanno segnato l'anno che sta per chiudersi. L'alluvione del 16 luglio che ha colpito Palermo: oltre 200 auto distrutte dalla furia dell'acqua, due sottopassi ridotti a una distesa di fango e 135 millimetri di pioggia in poche ore. Milano vittima, ancora una volta, delle esondazioni del Seveso il 15 maggio e il 24 luglio che hanno portato gravi disagi all'interno quadrante nord del capoluogo lombardo. Ulteriori eventi si sono verificati il 29 agosto ed il 22 settembre, con allagamenti, gravi disagi alle infrastrutture e fino a sessanta minuti di ritardo per i treni a causa di un guasto alla rete elettrica nei pressi della Stazione Centrale. A Roma il 23 settembre, gravi disagi hanno coinvolto tutto il quadrante nord della Capitale con allagamenti e chiusure sulla Cassia, il Gra, via di Boccea e via di Cornelia. Acqua in strada in molti quartieri e chiuse per allagamento le stazioni San Giovanni e Manzoni della metro A. Disagi anche per la circolazione dei tram.

Sulla costa adriatica, ad Ancona il 30 agosto, una violenta grandinata ha danneggiato numerose auto in sosta e finestre degli edifici. A Pesaro, il 10 giugno, si sono registrate violente grandinate, temporali e 'bombe d'acqua'. Fenomeni legati al dissesto idrogeologico in provincia di Messina che l'8 agosto vede l'allagamento di numerose strade cittadine e della costa tirrenica tra Terme Vigliatore e Barcellona Pozzo di Gotto, inclusa l'autostrada A20 Messina-Palermo. Il 6 dicembre una frana tra Basicò e Campogrande di Tripi con il centro di Tripi rimasto isolato, come diverse contrade a Novara di Sicilia. Tra gli impatti in aumento quelli legati alle trombe d'aria. A Rosignano Marittimo, il 25 settembre, danni sul litorale, con vetri delle auto in frantumi e tetti delle case scoperchiati. Colpita la zona del Lillatro, dove il maltempo ha fatto anche due feriti gravi. Lo stesso giorno una tromba d'aria si è abbattuta su Salerno, creando ingenti danni. Il 3 ottobre Limone Piemonte è stata invasa da acqua e fango, tronchi, detriti, con le comunicazioni interrotte e blackout elettrici. Sono stati registrati 580 mm di pioggia in 24 ore. La statale 20 del Colle di Tenda crollata inghiottita da una voragine. Lo stesso giorno a Vercelli si sono verificati danni ingenti e allagamenti che hanno coinvolto tutta la provincia. Il fiume Sesia ha rotto gli argini nei pressi di Caresana inondando i campi uccidendo una persona che stava percorrendo la strada Doccio-Crevola alla guida della sua auto. Il 21 novembre a Crotone, in Calabria, in un'ora sono caduti 200 millimetri di pioggia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento