Lavora ad una barca e rischia di soffocare per le esalazioni della colla

Secondo le ricostruzioni l'addetto è rimasto senza conoscenza per almeno dieci minuti prima che qualcuno si accorgesse dell'assenza di rumore e andasse a controllare, trovandolo riverso

Ha rischiato di morire soffocato l’addetto che ieri attorno alle 13 è rimasto intossicato dalle esalazioni della colla che stava usando mentre lavorava alla manutenzione di una barca a vela nel capannone di una ditta commerciale. L’uomo si trovava nella cabina quando i fumi della sostanza gli hanno fatto perdere i sensi.

Secondo le ricostruzioni l’addetto è rimasto senza conoscenza per almeno dieci minuti prima che qualcuno si accorgesse dell’assenza di rumore e andasse a controllare, trovandolo riverso. L’uomo è stato subito portato all’aria aperta e pur respirando affannosamente gradualmente si è ripreso, rifiutando il trasporto in ospedale.

Sono in corso accertamenti per stabilire se sono state rispettate le norme di sicurezza nel corso delle operazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento