rotate-mobile
Salute

Centri estivi per sordociechi, il programma 2023 della Lega del Filo d'Oro

Avviati dall'estate del 1964, anno della fondazione, i soggiorni estivi rappresentano per chi non vede e non sente un'importante occasione di incontro, socializzazione e conoscenza

OSIMO - Avviati dall'estate del 1964, anno della fondazione, i soggiorni estivi rappresentano per chi non vede e non sente un'importante occasione di incontro, socializzazione e conoscenza: preziosi momenti di relazione per garantire una maggiore inclusione agli utenti della Lega del Filo d'Oro e per permettere loro di fare nuove esperienze, mettersi alla prova nelle proprie autonomie e superare piccole e grandi barriere. Grazie ai soggiorni estivi le famiglie possono trovare sollievo sapendo che i loro figli saranno affidati a personale e volontari competenti. L'obiettivo principale è offrire agli utenti della Fondazione l'opportunità di trascorrere momenti piacevoli e di svago in un luogo diverso dalla propria casa, dove sarà possibile incontrare persone provenienti da tutta Italia, stringere legami e amicizie e divertirsi partecipando alle diverse attività ricreative in programma.

"I soggiorni estivi rappresentano uno degli appuntamenti più attesi dai nostri utenti – dichiara Rossano Bartoli, Presidente della Fondazione Lega del Filo d'Oro – Queste iniziative consentono alle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale di sperimentarsi in differenti attività e acquisire una maggiore autonomia. Inoltre, favoriscono preziosi momenti per socializzare e stringere nuove amicizie con persone che vivono in luoghi lontani, che difficilmente avrebbero l'opportunità di incontrare. Un ringraziamento speciale va ai nostri volontari, senza i quali tutto questo non sarebbe possibile”.

Il programma

I soggiorni estivi della Lega del Filo d'Oro sono articolati in 7 settimane in tre regioni italiane. In particolare nelle Marche sono previste due settimane di soggiorno dal 17 al 24 giugno e dal 24 al 1° luglio presso l'Hotel Universal a Senigallia (AN). Durante ogni settimana di soggiorno verranno organizzate escursioni, attività sportive, socio-ricreative e ludiche. Tra queste, sarà prevista la visita al Museo Omero di Ancona e alla Fattoria Didattica "Dei Conti” a Scapezzano di Senigallia, con degustazione di prodotti tipici locali. Nel corso delle altre giornate, gli ospiti potranno rilassarsi al mare e divertirsi partecipando alle attività organizzate.

I volontari

I volontari rappresentano, sin dalla sua costituzione, una componente fondamentale della Lega del Filo d'Oro: con la loro preziosa disponibilità, supportano le persone sordocieche nel vivere momenti di socialità, fare nuove esperienze e relazionarsi con ciò che li circonda. La loro presenza ai soggiorni estivi è necessaria per garantire un rapporto di uno a uno con gli utenti e quindi assistenza costante, accompagnamento e supporto nella comunicazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri estivi per sordociechi, il programma 2023 della Lega del Filo d'Oro

AnconaToday è in caricamento