Prevenzione coronavirus, il decalogo del Ministero: 10 regole per non correre rischi

Il decalogo dell' ISS per preventire il rischio di contagio, insieme ad alcune importanti precisazioni

Foto di repertorio

L’Istituto Superiore di Sanità ha diffuso un decalogo per prevenire il contagio da Coronavirus. Si tratta perlopiù di norme di buonsenso e precisazioni, ma che in questo periodo è bene prendere alla lettera più che mai.

Il decalogo

1 – Lavarsi spesso le mani 

2 – Evitare contatti ravvicinati con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute 

3 – Non toccare occhi, naso e bocca con le mani 

4 – Coprire bocca e naso in caso di starnuto 

5 – Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico 

6 – Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol 

7 – Usare mascherine solo se si sospetta di essere malati o se si assistono persone malate 

8 – I prodotti “Made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi 

9 – Contattare il numero verde 1500 in caso di febbre o tosse e se si è tornati dalla Cina da meno di 14 giorni

10- Gli animali da compagnia non diffondono il coronavirus  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento