Gli chef stellati contro i tumori, Moreno Cedroni: «Abbuffatevi di verdure»

A ribadire l'importanza dell'alimentazione in ambito oncologico arrivano gli chef pluristellati marchigiani: Moreno Cedroni e Mauro Uliassi

Moreno Cedroni

Può essere l’alleata più preziosa nella lotta ai tumori, ma anche il peggior nemico del paziente. A ribadire l’importanza dell'alimentazione in ambito oncologico arrivano gli chef pluristellati marchigiani. Moreno Cedroni e Mauro Uliassi, entrambi premiati con due stelle Michelin, presteranno voce, volto e fornelli al progetto “Le Stelle per l’Oncologia”. L’iniziativa del Direttore del reparto Oncologico di Torrette, Rossana Berardi, prevede una serie di appuntamenti formativi e informativi. Si comincia il 23 marzo all’Auditorium Totti di Torrette dove, tra ricercatori e dottori, sarà proprio Cedroni a raccontare l’importanza della cucina. Un’importanza offuscata da quello che lo stesso Cedroni, stamane durante la presentazione del progetto, ha definito un “momento nero”: «Viviamo un paese felice dove diamo per certo che si mangia bene – ha spiegato lo chef senigalliese- Negli ultimi anni però abbiamo sempre meno tempo per cucinare e spesso mangiamo delle porcherie». Una cucina amica della salute prevede «la riduzione della carne e l’assunzione di tantissimo pesce. Poi, abbuffatevi di verdure - consiglia Cedroni - soprattutto cavolfiori e verze». Indicazioni che Fabrizio Volpini, presidente della Commissione Sanità in Regione, ha ribadito nel principio “zero, cinque, trenta”: «Zero fumo, cinque porzioni quotidiane tra frutta e verdura e trenta minuti al giorno di attività aerobica».

«L’alimentazione è fondamentale nel percorso di cura del paziente per prevenire le recidive e il rischio di tumore in coloro che non l’hanno sviluppato» spiega Rossana Berardi. Cibi buoni e cibi cattivi? «Dovremmo rispolverare la piramide alimentare studiata alle elementari dove alla base ci sono l’acqua, la verdura e i cereali- prosegue la Berardi- dovremmo invece limitare l’uso di carni processate, di carni rosse e cotture ad alto indice termico». All’appuntamento del 23 marzo seguirà quello dell’8 maggio, sempre all’auditorium Totti e stavolta aperto al pubblico. Sarà Mauro Uliassi a richiamare l’attenzione con un cooking show.

«La motivazione, affiancata alle cure tradizionali, può essere decisiva per il buon esito delle terapie - ha spiegato il Dg dell’Azienda Ospedali Riuniti, Michele Caporossi - abbiamo deciso di alimentarla portando al centro dei pazienti gli affetti, la musica e i sorrisi. Accanto a questo- conclude il direttore- c’è la necessità di promuovere politiche di prevenzione strettamente legate a un corretto modus vivendi e al mangiare sano». Prevista una cena di beneficenza a maggio, data da ufficializzare, dove gli studenti dell'Istituto alberghiero Panzini di Senigallia cucineranno insieme ai due famosi chef.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento