Raccolta fondi natalizia, parte il progetto "Portaci al Centro"

Perché una vita piena, dignitosa, felice e libera dovrebbe essere garantita a tutte e a tutti

Il progetto

ANCONA - Al via la campagna di raccolta fondi natalizia del Centro Papa Giovanni XXIII, quest’anno intitolata “Portaci al Centro!”, che ha l’obbiettivo di finanziare l’acquisto di un nuovo pulmino attrezzato per le persone con disabilità complessa che vivono nella Comunità Residenziali o frequentano il Centro Diurno. Un’iniziativa fondamentale, come fondamentale è un automezzo sicuro e adeguato per garantire la libertà di movimento agli ospiti disabili: senza un pulmino attrezzato, non potrebbero arrivare al Centro, né uscirne per tutte le attività che amano e che hanno il diritto di effettuare.

Perché una vita piena, dignitosa, felice e libera dovrebbe essere garantita a tutte e a tutti. Piscina e palestra sono per ora escluse dall’agenda delle uscite settimanali, a causa delle restrizioni Covid 19, ma le passeggiate all’aria aperta, la possibilità di fare spesa, recarsi alle visite mediche sono necessità quotidiane e senza un nuovo pulmino attrezzato non è possibile svolgerle. I donatori potranno sostenere il progetto “Portaci al Centro” in diversi modi: donando (on line ma non solo), scegliendo per sé e per i propri cari il famoso Torrone Solidale durante le Feste oppure, se sono Aziende, possono ancora ordinare da noi il Cesto Solidale natalizio per stupire clienti, soci, dipendenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

Torna su
AnconaToday è in caricamento