rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Panchine gialle per i diritti umani: «Nel nome di Zaki e Regeni»

Il progetto di sensibilizzazione messo in atto dall’Ateneo è nato per promuovere l’impegno a favore dei diritti umani

L’Università Politecnica delle Marche ha recentemente approvato la proposta di adesione alla campagna di sensibilizzazione sui diritti umani e a supporto della liberazione del ricercatore e studente Patrick Zaki, promossa da Amnesty International e sostenuta dal Consiglio Studentesco. Il progetto di sensibilizzazione messo in atto dall’Ateneo è nato per promuovere l’impegno a favore dei diritti umani ed è stato presentato mercoledì 17 novembre in concomitanza con la “Giornata Internazionale delle studentesse e degli studenti” da Gian Luca Gregori Rettore Univpm, Valeria Mancinelli Sindaca del Comune di Ancona, Paolo Marasca Assessore Politiche Giovanali del Comune di Ancona, Alessandra Andresciani Direttrice Vicaria Univpm, Alessia Polisini Presidente del Consiglio Studentesco Univpm e Fabio Burattini Responsabile Circoscrizione Marche Amnesty International. Anche la CRUI Conferenza dei Rettori Italiani mantiene alta l’attenzione sul caso di Patrick Zaki ed è in contatto costantemente con le Associazioni rappresentative delle realtà universitarie europee ed extraeuropee nonché con il Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica e con il Ministero degli Affari Esteri.

 
Lunedì 8 novembre l’Università Politecnica delle Marche ha affisso il manifesto giallo per Patrick Zaki, sulla facciata del Rettorato, di Piazza Roma, accanto a quello dedicato a Giulio Regeni. Mercoledì 17 novembre sono state inaugurate cinque panchine gialle nelle sedi di Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina e Scienze e una sesta panchina in Piazza Roma, grazie al Comune di Ancona, situata di fronte al Rettorato. Le panchine riportano una targa con la scritta: “A Giulio Regeni e a tutte le vittime delle violazioni dei diritti umani”. Un piccolo gesto dall’alto valore simbolico perché i diritti sono un patrimonio che va tutelato, condiviso e rinnovato quotidianamente. L’inaugurazione delle panchine gialle si collega anche alla giornata internazionale delle studentesse e degli studenti, una ricorrenza internazionale che si tiene ogni anno per rivendicare il diritto allo studio e il diritto degli studenti di esprimersi.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panchine gialle per i diritti umani: «Nel nome di Zaki e Regeni»

AnconaToday è in caricamento