rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità Falconara Marittima

Cibo, spritz, mascherine e mega calza: i Foodbusters fanno il pieno per i bisognosi

In tanti hanno aderito all' evento "Dopo Natale sono tutti più buoni", consegnando cibo natalizio rimasto nelle dispense ai volontari. Destinazione: mense sociali della provincia

Tanti panettoni, pandori e dolciumi delle feste, compresa un’enorme calza della Befana, ma anche mascherine chirurgiche, lenticchie e cotechini, una soppressata molisana, olio e passata di pomodoro: questo è quanto hanno donato i cittadini di Falconara per le mense sociali di tutta la provincia. I volontari di Foodbuster Odv hanno raccolto il pieno di solidarietà dai falconaresi che ieri, domenica 10 gennaio, hanno partecipato all’iniziativa "Dopo Natale sono tutti più buoni". 

L’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Falconara, ha permesso di recuperare il cibo che le famiglie hanno acquistato o ricevuto in dono in occasione delle festività natalizie e che rischiava di rimanere in dispensa oltre la scadenza, andando così sprecato. L’iniziativa ha permesso invece di farlo arrivare a chi ne ha più bisogno. Nonostante la pioggia e le norme anti-contagio, che hanno impedito l’arrivo di chi vive fuori Comune, in tanti ieri hanno raggiunto la Sala ex Mercato Coperto di via Bixio per donare i dolci e gli alimenti avanzati dalle feste, che i volontari dell’associazione hanno distribuito la sera stessa alle mense sociali del territorio. I doni sono stati divisi in parti uguali e consegnati la sera stessa all’Unità di strada di Falconara - Ribò, alla mensa dell' accoglienza di Osimo, alla mensa del povero di Ancona, alle mense dell’associazione San Vincenzo de Paoli di Senigallia e Fabriano e alla Caritas Jesi. «Ancora una volta i falconaresi hanno dimostrato di avere un cuore grande – dice il sindaco Stefania Signorini – e dopo le iniziative lanciate dal Comune per aiutare le famiglie in difficoltà anche a causa della pandemia, come la ‘Spesa solidale’ e il ‘Dono Sospeso’, anche il nuovo appuntamento con Foodbusters ha raccolto tantissime adesioni. Sono queste le occasioni in cui la comunità dimostra di essere coesa e pronta ad aiutare il prossimo».

In particolare sono stati donati 82 panettoni, 42 pandori, 39 torroni, 20 confezioni di biscotti, un tronchetto, otto confezioni di altri dolci, quattro confezioni di panna, tre di cracker, quattro di the, un litro di latte, una bottiglia di aceto, due pezzi di parmigiano, un barattolo di miele, una confezione di sale, 12 di pasta, tre di lenticchia, quattro bottiglie di spumante, due pacchi natalizi, quattro confezioni di tonno, due di caffè, otto confezioni tra cioccolato e cioccolatini, due di ciliegie al cioccolato, una di pasticcini, una mega calza della Befana, una bottiglia di spritz, una di olio, un vasetto di pesto già pronto, quattro cotechini, due confezioni tra passata di pomodoro e sugo pronto, due confezioni tra tisane e infusi, sette confezioni di caramelle, una soppressata molisana e una confezione di mascherine chirurgiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibo, spritz, mascherine e mega calza: i Foodbusters fanno il pieno per i bisognosi

AnconaToday è in caricamento