Spazi extra solo per turisti e disabili, come cambiano le spiagge private e quelle libere

Il sindaco Valeria Mancinelli ha fatto il punto nel consiglio comunale

Foto di repertorio

Flessibilità sì, allargamenti no. Da una parte la libertà massima di installare tavoli, ombrelloni, aree di gioco o altre attività all’interno della propria concessione in deroga alle limitazioni del Piano spiagge. Dall’altra no all’estensione delle concessioni per salvaguardare le aree di spiaggia libera. Lo ha annunciato il sindaco Valeria Mancinelli in consiglio comunale rispondendo alle interrogazioni di Francesco Rubini (Altra Idea di Città) e Marco Ausili (Lega-MSN). Per l’estensione delle concessioni ci potrebbe essere però una possibilità limitata nell’area di Portonovo: con gli operatori della baia, ha spiegato il sindaco, il Comune sta ragionando su come ampliare lo spazio della spiaggia disabili: «Così come è adesso ci sono cinque ombrelloni, il distanziamento li porterebbe a tre» ha spiegato la Mancinelli giustificando l’idea. Non solo. Sempre a Portonovo si sta cercando anche un’area ombrelloni da riservare ai turisti: «Oltre a garantire la fruizione agli anconetani, sacrosanta, bisogna fare anche in modo che i turisti continuino ad arrivare» ha detto il sindaco. Per quanto riguarda i canoni demaniali: «Ci faremo parte attiva per il rinvio- ha detto la Mancinelli- se la concessione è gestita dal Comune applicheremo lo stesso criterio per i titolari dei  pubblici esercizi». 

Riapertura nel week-end 

Le spiagge cittadine verosimilmente torneranno accessibili il prossimo fine settimana: «Ci ragioneremo domani nella riunione di giunta- ha detto il sindaco- stiamo prendendo in considerazione l’ipotesi. Non era un principio irrinunciabile già prima, ma l’attività di ristorazione autorizzata consente, nel caso di alcuni locali, di accedere anche alla spiaggia». 

Le spiagge libere 

Le spiagge libere resteranno gratuite, ha garantito il sindaco: «Saranno soggette a regole di fruizione come il distanziamento tra gli ombrelloni e tra persone- ha detto la Mancinelli- stiamo vedendo come fare proprio in questi giorni come sta facendo tutto il resto d’Italia, perché le regole attraverso le quali bisogna passare sono state rese note solo 72 ore fa. Pensiamo di installare delle basi fisse per gli ombrelloni e altre misure sono in fase di valutazione per permettere di evitare assembramenti». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento