Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Addio allo storico bagnino Claudio Capannacci, gli amici: «Merce rara e preziosa»

Sirolo piange la scomparsa dello storico bagnino sirolese "Capannaccio". Lascia la moglie Francesca e la figlia Chiara. Aveva 61 anni

Claudio Capannacci

Sirolo piange la scomparsa dello bagnino Claudio Capannacci. E' stato confitto da una terribile malattia ed è morto a soli 61 anni. Storico personaggio della Perla dell'Adriatico, aveva origini toscane ma da piccolo si era trasferito con la famiglia a Sirolo. 

Era amato da tutti per la sua gentilezza e per la grande forza di volontà. Lavorava nello stabilimento Arturo (lato nord) ma aveva avuto esperienze anche dietro il bancone del Vascello, locale in via Giulietti. Lascia la moglie Francesca e la figlia Chiara. Sul gruppo Facebook "Sei di Sirolo se" sono in molti a ricordare il suo carattere forte e altruista e la grande curiosità per il mondo classico. «Ti ricordo d’estate alla spiaggia Urbani come aiuto bagnino - scrive l'imprenditore turistico Aldo Spadari - ultimamente grande appassionato delle scritte in latino. Mattonelle commissionate alla mia amica Gianna, che avevi messo davanti l’uscio di casa nei vicoli. La cosa mi colpì molto».

Massimiliano Andreucci, altro suo amico, scrive sui social: «Per me sei stato tra le persone più belle che abbia mai conosciuto. Simpatico, brillante, gentile, sorridente, buono, discreto. Avevi come tutti noi i tuoi difetti, ma eri così intelligente e furbo che nessuno credo li abbia mai notati. Non ti ho mai sentito parlare male di qualcuno. Merce rara e preziosa. Direi unica, sì unica. Lasci un ricordo bellissimo, indelebile in tutti noi. Fai buon viaggio grande Capannaccio». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio allo storico bagnino Claudio Capannacci, gli amici: «Merce rara e preziosa»

AnconaToday è in caricamento