rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

«Al bar con una polacca indossando una finlandese»: il libro per scoprire 100 cose su Ancona

La scrittrice e giornalista Chiara Giacobelli presenta il nuovo volume edito da Raffaello editore in collaborazione con il Comune di Ancona

ANCONA - Godersi la vista della città dal colle dei Cappuccini, pedalare in lungo e in largo fino a raggiungere il Colle Guasco, ma anche incontrare le donne più celebri del passato di Ancona e fare l'esperienza di un pranzo a bordo in barca: sono solo alcune delle «Cento cose da sapere e da fare ad Ancona e nella riviera del Conero». Questo il titolo del libro edito da Raffaello editore in collaborazione con il Comune di Ancona e scritto da Chiara Giacobelli. Il volume è stato presentato questa mattina a palazzo Raffaello. Presenti l'assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini, l'assessore alla Cultura del Comune di Ancona, Paolo Marasca, la stessa autrice Chiara Giacobelli e Salvatore Passaretta, responsabile commerciale del gruppo Raffaello. «E' la regione a determinare la strategia turistica del territorio - spiega Marasca - e che mette in atto le politiche in un lavoro di continuo sviluppo. Dunque presentare questo volume oggi qui a palazzo Raffaello con IMG-5026-2l'assessore Latini è davvero significativo. Ancona è una città capoluogo di provincia dalla storia particolare, il libro ne mostra tutta la sua poliedricità. Turisticamente ogni città è in grado di svilupparsi serve però una politica del territorio e un filo sempre connesso tra il pubblico e il privato» 

«Il mio lavoro - prosegue Giacobelli - in questo senso è iniziato nel 2011 con 101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita e la prima cosa di cui mi ero accorta è che erano davvero troppo poche. Questa collana ci permette di entrare nello specifico. Sono ancora troppo poche, diverse cose sono rimaste fuori, ma abbiamo cercato di raccontare la storia di questa città. Ci sono molti capitoli dedicati alla storia perché Ancona è una città che ha vissuto accadimenti e cambiamenti, dunque li abbiamo voluti legare non solo a fatti veri e propri, ma anche alle tante leggende e curiosità. C'è poi una parte dedicata all'enogastronomia, all'artigianato, all'arte, all'architettura, ai festival, a Marche teatro e poi tantissime curiosità che gli anconetani stessi potrebbero non conoscere».

«Questo vademecum è la sintesi della capacità marchigiana di fare rete, passando dal campanilismo spinto a un nuovo spirito collaborativo – evidenzia l’assessore Latini – È un volume di una collana importante che mette in evidenza le grandi opportunità che abbiamo sotto il profilo turistico e culturale. Siamo a fianco di tutti gli editori che promuovono la nostra regione. Tra poco aprirà i battenti il Salone del libro di Torino, dove avremo modo di mettere in vetrina le eccellenze del nostro territorio, come i bellissimi itinerari di Ancona e della Riviera del Conero divulgati da questa guida». Il libro conta 148 pagine ed è diviso in macrosezioni. Grande importanza viene data alla parte grafica con splendide foto di viste e panorami della città. Ha il prezzo al pubblico di 8 euro. Sarà presentato giovedì 5 maggio alle 18 alla Mole Vanvitelliana. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Al bar con una polacca indossando una finlandese»: il libro per scoprire 100 cose su Ancona

AnconaToday è in caricamento