Street food a km 0, apre Barangolo: «La nostra "saccoccia" per sfidare la crisi»

Lo storico chiosco di piazza Cavour riapre con l'entusiasmo di una giovane coppia anconetana. Si chiamerà Barangolo

Laura Papa e Michael Salerno

Si sono conosciuti mentre lavoravano in un punto di ristoro della grande distribuzione. Oggi, a nemmeno trent’anni, Laura Papa e Michael Salerno hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo: si sono messi in proprio e hanno rilevato la gestione del chiosco di piazza  Cavour (GUARDA IL VIDEO). La struttura, chiusa da quattro anni per i lavori di ristrutturazione della stessa piazza, riaprirà i battenti a inizio agosto con il nome di “Barangolo”. Scordatevi però il semplice bar. Il caffè ci sarà (ecosolidale) ma il marchio di fabbrica sarà la cucina a chilometro zero. Barangolo proporrà infatti street food con materie prime acquistate da produttori locali. Il “made in Marche” è alla base dell’intera filosofia di Laura e Michael, al punto che la specialità della casa sarà la “saccoccia”, tipica tasca di pane ripiena con carne marchigiana IGP, ciauscolo, pecorino e persino raguse sgusciate. Fritti e apertivi non mancheranno, così come le birre che arriveranno da birrifici agricoli o i vini dei vigneti marchigiani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Laura ha lavorato nella cucina di un noto fast food, ma anche come cameriera al bar della Cittadella. Michael si è specializzato in sala e bar all’alberghiero di Loreto, dopo lo stage in hotel ha lavorato in chalet di spiaggia fino a diventare responsabile di un punto di ristoro della grande distribuzione. Il "Barangolo" è la loro prima esperienza in proprio: «Ci vogliamo provare, dopo qualche anno che il locale è stato chiuso abbiamo partecipato all’asta del Comune e abbiamo vinto» spiega Laura, che sarà la titolare. «Siamo sognatori- le fa eco Michael- speriamo di rialzarci e di uscire vittoriosi, vogliamo farcela». Il manufatto non è un chiosco qualunque. Sottoposto a vincolo architettonico e paesaggistico, è in fase di ristrutturazione sotto il coordinamento dell’architetto Massimo Canesin. Sarà riqualificato con vetrine, color bianco neutro e 12 metri quadrati di dehors. "Barangolo" proporrà anche musica dal vivo con delle cover band. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Variante sulla Statale 16, il Comune non molla e rilancia: 2 autovelox

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento