rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Autovelox, individuati 32 tratti di strada dove piazzarli

Il prefetto Antonio D'Acunto ha individuato in un decreto dei tratti stradli dove le forze dell'ordine possono installare dispositivi fissi o mobili di rilevazione della velocità

Individuati 32 tratti stradali della provincia di Ancona in cui sarà possibile impiegare autovelox fissi e mobili senza obbligo di contestazione immediata. L'elenco delle strade in cui sarà possibile incrociare un dispositivo di rilevazione della velocità dal 15 marzo è contenuto in un decreto adottato dal prefetto Antonio D'Acunto sulla base delle proposte fornite dalla sezione Polstrada di Ancona come consulente specialistico. «Il provvedimento - si legge nella nota - ha avuto parere favorevole dell'Osservatorio provinciale per la sicurezza stradale, a seguito di un approfondito esame dei dati relativi alla incidentalità delle strade della provincia di Ancona, tenendo conto delle caratteristiche plano-altimetriche e di traffico». 

Strade urbane

Ad Ancona sono 5 i tratti stradali interessati. Via Flaminia tra piazza Rosselli e via Conca, via Bocconi tra l'uscita dell'asse nord-sud e piazzale della Libertà, lasse nord-sud tra via Bocconi e via Primo maggio, via Primo Maggio tra via Filonzi e via Albertini e il tratto di via Albertini tra via Primo maggio e via Filonzi. 

Strade statali 

Previste 7 postazioni lungo l'Adriatica e una sulla superstrada 76 della Vallesina. Nel decreto sono indicati i chilometri di riferimento. Due postazioni per autovelox sono autorizzate sulla regionale 360 Arceviese, altrettante sulla 361 Settempedana e una sulla 502 di Cingoli. Le strade provinciali interessate dal decreto sono la provinciale 2 Sirolo-Senigallia (due postazioni), la 3 della Valmusone (sei tratti), la 12 Corinaldese, la 24 Bellaluce e sulla 76 della Vallesina (due tratti chilometrici) . Nel comune di Senigallia postazioni potranno essere installate sull'intero percorso della Complanare sud e nord. Il decreto prevede, infine, che non si potranno istallare nuovi dispositivi fissi di rilevazione a distanza di infrazioni al codice senza l'assenso della Prefettura e l'esame preventivo di Polstrada ed ente proprietario. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox, individuati 32 tratti di strada dove piazzarli

AnconaToday è in caricamento