rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Volley

Italia impeccabile al PalaPrometeo: batte 3-0 la Svizzera e blinda il primo posto nel girone

Quarta vittoria con il massimo scarto per la nazionale azzurra, che nel primo match "anconetano" degli Europei di Volley maschile non lascia scampo agli elvetici. Mercoledì sera ultimo confronto della prima fase, ancora al PalaPrometeo contro la Germania

Nel primo dei due impegni “anconetani” previsti dal Girone A dei Campionati Europei, la nazionale italiana di Fefé De Giorgi prosegue nel suo percorso netto rifilando un netto 3-0 alla Svizzera. Nessuna variazione allo spartito suonato dagli azzurri in occasione degli impegni all’Unipol Arena ed al PalaBarton, che avevano visto i detentori del titolo continentale sbarazzarsi di Belgio, Estonia e Serbia. Contro la nazionale attualmente al 38° posto nel ranking mondiale, l’Italia si impone col massimo scarto mettendo al sicuro la qualificazione agli ottavi di finale come miglior classificata della Pool.

Il tecnico salentino lancia nello starting six Mosca e Sanguinetti per Galassi e Russo: gli azzurri faticano a scrollarsi di dosso gli elvetici, ma l’accelerazione buona giunge con un break di 6-0 operato con il turno di battuta di Romanò (top scorer della prima frazione con sei punti) che vale il 18-12. Il +6 resterà tale fino alla fine del primo set, che l’Italia conquisterà col punteggio di 25-19 nonostante qualche sbavatura di troppo, testimoniata dagli otto errori punto.

Non cambia il tema del confronto dopo il primo cambio di campo. La Svizzera prova a reggere l’urto, ci riesce fino all’8-7, c’è però sempre Romanò ad imperversare in attacco (altri sei punti) ed il servizio a scavare il solco (l’ace di Giannelli regala il 12-8). Tutta fila liscio fino al 22-17, quando un passaggio a vuoto dell’Italia rimette in carreggiata i biancorossi che annullano anche due set-point sul 24-21, obbligando De Giorgi a spendere entrambi i time-out, prima di arrendersi 25-23 con l’errore al servizio commesso da Migge.

Avanti 2-0, il terzo parziale per gli azzurri diventa quasi una formalità, con un vantaggio importante accumulato già nelle battute iniziali (sei lunghezze sull’11-5 timbrato in attacco da Sanguinetti), e difeso dai tentativi generosi di rientro della Svizzera. L’ultimo contatto ravvicinato si registra sul 15-12, poi è solo Italia. La chiude l’uno-due di Michieletto, che prima conquista un’interminabile serie di match point e poi al primo tentativo chiude i conti sul 25-15. Tra quarantotto ore si replica: al PalaPrometeo, stavolta, al cospetto degli azzurri si presenterà la Germania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia impeccabile al PalaPrometeo: batte 3-0 la Svizzera e blinda il primo posto nel girone

AnconaToday è in caricamento