Sport

La corsa dei due mari arriva in provincia, la Tirreno-Adriatico fa tappa ad Ancona

Mai come quest’anno i chilometri percorsi nelle Marche e le città attraversate saranno così tanti. Il programma

La “ Corsa dei due Mari “ sta arrivando nelle Marche. Da sabato prossimo la terza tappa della 53a edizione della “Tirreno-Adriatico”, storica, prestigiosa gara ciclistica e propedeutica alla Milano-Sanremo, arriverà a Sarnano-Sassotetto per un impegnativo percorso in salita. Ma mai come quest’anno i chilometri percorsi nelle Marche e le città attraversate saranno così tanti: dopo Sarnano-Sattotetto, Castelraimondo, Filottrano, Numana, Fano e il gran finale a San Benedetto del Tronto.  

«Abbiamo voluto investire su questo evento sportivo internazionale – ha detto l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni oggi in conferenza stampa insieme ai sindaci e ai rappresentanti delle città sedi di tappe – perché crediamo nella collaborazione con la Tirreno-Adriatico e nello Sport e nel Ciclismo in particolare, come veicolo importante per diffondere l’immagine di una regione dove lo stile di vita corrisponde al benessere e alla qualità dell’ambiente, insomma per raccontare anche in bici un “ Viaggio nella bellezza” dei nostri paesaggi. Già lo scorso anno abbiamo testato la validità della collaborazione con un investimento minore e valorizzare i territori, soprattutto quelli colpiti dal sisma per favorire una ripartenza era il nostro obiettivo e sono sicuro che sarà così, tanto che abbiamo deciso di confermare la collaborazione con questa gara ciclistica, seguita attraverso le televisioni in 184 Paesi, anche nel biennio 2019-2020».

Poi l’assessore si è soffermato sulla tappa di Filottrano, “la tappa del cuore” come ha voluto definiria, «fortemente voluta dalla Regione Marche tanto che l’abbiamo finanziata per intero”, per testimoniare i valori di solidarietà alla città natale, alla famiglia di Michele Scarponi che vinse questa gara nel 2009 e a cui è dedicata  la Tirreno-Adriatico e non solo la tappa. Un messaggio forte dunque, un simbolo da celebrare – ha proseguito Pieroni – perché si perpetuino i valori dello sport e sociali di un grande campione marchigiano». Sul sito ufficialewww.tirrenoadriatico.it dove è visibile tutto il percorso, per ogni tappa marchigiana sono consultabili informazioni turistiche e storiche delle città, foto e info sugli itinerari di percorsi cicloturistici oltre che informazioni sull’enogastronomia . Inoltre massima diffusione comune delle tappe in programma nelle Marche sia sulle pagine social della Regione che della Gazzetta dello Sport. (ad’e)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La corsa dei due mari arriva in provincia, la Tirreno-Adriatico fa tappa ad Ancona

AnconaToday è in caricamento