Sport

Pallavolo, alta tensione a Città Di Castello: il palasport resta al buio e succede di tutto

Finanza e Previdenza Offagna espugna 3 a 0 Città di Castello. Ma il match di alta classifica è stato rovinato dal pubblico locale che ha preso di mira gli anconetani con lancio di bottiglie, insulti e furti

I ragazzi della Finanza e Previdenza Offagna

Partita che si preannucciava bella e sentita quella fra la Finanza e Previdenza Offagna e la Gherardi Città di Castello, prima e seconda del girone E della serie B2 maschile di volley, ma purtroppo poi rovinata da fatti assolutamente antisportivi e che nulla centrano con lo sport e sopratutto con la pallavolo. La tensione si comincia a sentire nel terzo set quando ogni momento di gioco diventa motivo di contestazione. Gli anconetani stanno vincendo 2 set a 0, mentre il pubblico comincia a scaldarsi, con alcuni di loro che sarebbero arivati anche nei pressi delle panchine, intimidendo i giocatori dell'Offagna. Il set prosegue con gli ospiti sul 15 a 8. Poi una decisione arbitrale viene pesantemente contestata dai padroni di casa. E' bagarre. Gli arbitri allontanano i due allenatori e anche un giocatore. Ma ormai è il caos perché proprio in quel momento si spengono le luci del palazzetto. Si parla di black out anche se il tabellone segna punti avrebbe funzionato. fatto sta che per i ragazzi dell'Offagna sono stati 10 minuti lunghissimi in cui hanno subito di tutto. Nel buio del palas sono state lanciate anche alcune bottiglie piene di acqua e bicchieri pieni di vino, rubate anche alcune tute dei ragazzi di coach Pucciarelli e la borsa medicale. La coppia arbitrale ha così sospeso la partita, andando nei spogliatoi, dove ai ragazzi di coach Pucciarelli sarebbe stato impedito di tornare.

Dopo circa 25 minuti la partita è ripresa, ma ormai non c'è più storia e la Finanza e Previdenza porta a casa il set sul 25-12 e vince meritatamente 3 a 0 portando a casa i tre punti. Offagna vendica così la sconfitta dell'andata e sicuramente porta a casa la vittoria più importante della sua breve storia nazionale. La vittoria dello scontro al vertice fa si che ora la Finanza e Previdenza Offagna si trovi al primo posto della B2 girone E con quattro punti di vantaggio sulla seconda, la Città di Castello appena battuta. Indecoroso lo spettacolo offerto dal pubblico locale dai quali, con i quali va detto, i giocatori della Cartoedit Città di Castello hanno preso le distanze scusandosi più volte con i ragazzi di Offagna durante il blackout.

Risultato 0 - 3 (21-25 23-25 12-25)

GHERARDI CARTOEDIT : Cerquetti 1, Benedetti 6, Conti 14, Bongiorno 11, Santi, Stoppelli 7, Lensi (L) , Cappelletti 4, Marconi, Giglio, Zangarelli. All. Enzo Sideri - Ass. Menghi

FINANZA e PREVIDENZA: Pettinari13 , Beldomenico 8, Bruschi 15 , Massaccesi 3, Chiarini 7, Cremascoli , Farinelli (L1), Medici ,Ferri, Giombini, Rosa, Marzioli (L2). All. Loreno Pucciarelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, alta tensione a Città Di Castello: il palasport resta al buio e succede di tutto

AnconaToday è in caricamento