Nuovo palascherma in via Tabano, si parte con il contributo di 1,8 milioni

Tramontata l’ipotesi di realizzare l’impianto all’ex Sadam per le difficoltà della proprietà dell’area di concorrere alla realizzazione dell’opera come inizialmente previsto, la scelta è ricaduta nella zona degli impianti sportivi di via Tabano

foto di repertorio

JESI - L’Ufficio Sport e Periferie del Ministero dello Sport ha confermato al Comune di Jesi lo stanziamento di 1,8 milioni di euro per la realizzazione del nuovo palascherma, accogliendo la proposta di modifica del progetto e del conseguente quadro economico. Un risultato importante sotto il profilo finanziario, perché conferma l’attenzione che le autorità sportive hanno verso la nostra città candidata a diventare naturale sede del centro federale di fioretto.

Tramontata l’ipotesi di realizzare l’impianto all’ex Sadam per le difficoltà della proprietà dell’area di concorrere alla realizzazione dell’opera come inizialmente previsto, la scelta è ricaduta nella zona degli impianti sportivi di via Tabano, in un’area di proprietà pubblica. L’investimento complessivo per la realizzazione dell’impianto è pari a circa 4,5 milioni. A tal fine sono state attivate tutte le procedure per intercettare ulteriori finanziamenti regionali e statali con cui sostenere la spesa. Tra le fonti di finanziamento vi è anche quella della cessione dell’attuale palascherma che resterà in attività, ma destinato ad altre discipline sportive, anche a servizio delle scuole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aver confermato il finanziamento - concesso grazie al bando a cui il Comune di Jesi aveva partecipato raggiungendo una posizione in graduatoria tale da essere ammesso a contributo - è un importante passo che consente di definire bene l’orizzonte di questo investimento importante non solo per la scherma, ma più in generale per la città tutta, tenuto conto anche dell’indotto che potrebbe sviluppare una volta che diventerà punto di riferimento della nazionale azzurra come centro federale e dunque sede di stage, allenamenti, raduni ed iniziative varie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento