Calcio

Filottranese, occhio al Cantiano. Giuliodori: «Vietato sottovalutarli»

Dopo aver centrato la prima affermazione casalinga in campionato, i biancorossi cercano il bis contro il fanalino di coda del Girone. «Sono all'ultima spiaggia - afferma il tecnico - e lotteranno su ogni pallone»

Filottranese attesa da una sfida importante, nel turno che inaugura il girone di ritorno. I biancorossi saranno di scena domani pomeriggio alle ore 15 al “San Giobbe”, contro il Cantiano fanalino di coda del girone A di Promozione. La squadra di mister Giuliodori è reduce da una bella vittoria contro il Moie Vallesina, che ha portato entusiasmo ed ha permesso di cogliere la prima affermazione davanti al pubblico di casa. E’ stato rilevante il lavoro di questa settimana per preparare una sfida da non sottovalutare, contro una squadra che ha voglia di punti essendo nei piani bassi della classifica, e che recentemente ha anche messo in mostra rilevanti passi in avanti, come testimoniato dal pareggio contro il Barbara e dalla buona performance offerta al cospetto della Vigor Castelfidardo.

«Sono molto felice della vittoria della scorsa settimana – afferma il trainer biancorosso - ma adesso dobbiamo pensare alla prossima partita. Un match complicato contro una squadra che al momento ha fame di vittoria ed è quasi all’ultima spiaggia per la salvezza, pertanto non avranno nulla da perdere e possono metterci davvero in difficoltà. Mi aspetto un incontro tosto sotto tutti gli aspetti perché essendo una squadra giovane lotterà su ogni pallone».
Grande è la determinazione che mister Giuliodori vuole trasmettere ai suoi ragazzi. «Ho parlato con i miei giocatori che devono essere pronti ad una sfida difficile – prosegue l’allenatore della Filottranese – e sarà fondamentale l’approccio mentale alla gara ed in seguito quello tecnico e tattico. L’importante è non sottovalutarli e non essere superficiali. Conosciamo i loro punti di forza, ma noi in questo momento dobbiamo continuare la nostra scia positiva e fare punti, consapevoli che il girone di ritorno è più complesso dell’andata. Per cui dovremo giocare ogni partita come fosse una finale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filottranese, occhio al Cantiano. Giuliodori: «Vietato sottovalutarli»
AnconaToday è in caricamento