Sabato, 16 Ottobre 2021
Calcio

Manoni rincuora il Castelfidardo: «Bella prestazione, il risultato non ci ha premiato»

Il tecnico fidardense sottolinea la buona prova offerta dalla squadra nella ripresa, ma anche le disattenzioni difensive che hanno permesso al Fano di realizzare le reti che hanno spianato la strada al successo granata

Una sconfitta onorevole, quella del Castelfidardo al “Mancini” di Fano. Che non produce miglioramenti in chiave classifica, ma conferma la caparbietà di una squadra che saputo combattere e vendere cara la pelle. Ringraziando un Demalija capace di sfoderare alcuni interventi decisivi (salvo poi balbettare sul pallone di Esposito ed agevolare il 2-1 di Casolla, con il dubbio di un fallo subito in mischia non ravvisato dall’arbitro) e restando agganciata al match fino al triplice fischio finale. Impresa affatto semplice considerando l’oggettiva competitività della formazione granata, in grado di mettere sul piatto tanta qualità ed esperienza.

«Abbiamo disputato la partita che ci eravamo ripromessi di fare – commenta il tecnico fidardense, Manolo Manoni – e cioè gagliardi, al di là della sconfitta, come peraltro dobbiamo sempre essere tanto negli incontri casalinghi quanto in quelli in trasferta. Una bella prestazione dei ragazzi che purtroppo non ci ha portato punti contro un’ottima squadra. Nel primo tempo potevamo fare meglio, mentre nella ripresa siamo andati molto bene. Purtroppo abbiamo subito due reti su alcune nostre disattenzioni e contro squadre del genere le paghi a caro prezzo, oltre al fatto che sul secondo gol del Fano a mio avviso ci poteva stare carica su Demalija. Dispiace perché avevamo preparato bene la partita in settimana ed i ragazzi si sono applicati nel modo giusto, però non è bastato anche se abbiamo tenuto testa ad una squadra di livello».

Il tecnico della formazione granata, Carmelo Gioffrè, pone invece l’accento sulla mancanza di quel colpo del k.o. che sarebbe servito per mettere al più presto in ghiaccio il risultato.
«Va migliorata la gestione del vantaggio – spiega – perché una volta andati sull’1-0 ci siamo ‘seduti’ ed invece avremmo dovuto spingere sull’acceleratore per provare a chiudere i conti, non aspettare il pareggio per tornare a dominare. Abbiamo creato parecchio, è vero, ed il portiere del Castelfidardo è stato provvidenziale in più di una circostanza. E’ stata comunque una partita in linea rispetto a tante altre sfide che incontreremo sul nostro cammino, perché sono convinto che di squadre che proveranno a prendere punti pesanti a Fano ce ne saranno parecchie».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manoni rincuora il Castelfidardo: «Bella prestazione, il risultato non ci ha premiato»

AnconaToday è in caricamento