Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Atletica, per i Campionati Master un avvio da record: Marche già con 18 medaglie

Nella giornata inaugurale della rassegna tricolore over 35, impresa da primato per l’altoatesino Indra nel pentathlon SM60 e undici migliori prestazioni italiane di categoria

Tante sfide appassionanti nell’avvio dei Campionati italiani master indoor e invernali di lanci ad Ancona, che anche quest’anno si presentano con grandi cifre di partecipazione: 1506 iscritti e 3150 atleti-gara, in rappresentanza di 344 società. Per le Marche, ottimo bilancio nella giornata inaugurale con 18 medaglie: 5 d’oro, 7 argenti e 6 bronzi. Conquistano il titolo tricolore Francesco Bettucci (Sef Macerata) nel martello SM70, Giuseppe Miccoli (Atl. Alma Juventus Fano) nel peso SM80, Rita Mascitti (Atl. Avis San Benedetto del Tronto) sui 3000 SF50, Nada Zrilic (Atl. Alma Juventus Fano) nel peso SF65 e Rosanna Grufi (Sef Macerata) nel martello SF65.
Arrivano subito 11 migliori prestazioni italiane di categoria, tra cui spicca quella realizzata nel pentathlon SM60 da Hubert Indra (Südtirol Team Club) con 4199 punti, per demolire il suo score di 3801 ottenuto nella scorsa edizione. Un record che rappresenta l’ennesima impresa del poliedrico altoatesino di Lana, protagonista negli anni Ottanta ai massimi livelli con tre titoli italiani, 13 maglie azzurre e due primati nazionali assoluti nel decathlon. Ma soprattutto è un risultato ancor più significativo, dopo aver superato un problema di salute. “In fin dei conti tutto è andato bene, perché sono qui a raccontarlo, ma nell’ottobre del 2016 ho dovuto affrontare la sfida contro un tumore maligno alla lingua. Nove ore di intervento, però il fatto di essere in buona forma fisica mi ha aiutato molto a riprendermi velocemente, infatti dopo essere uscito dall’ospedale i test hanno dimostrato che le mie capacità motorie erano invariate. Nella scorsa stagione ero già tornato in pista, ma rispetto all’ultima edizione mi sono migliorato di quasi 400 punti, davvero tanti. E ora nel salto con l’asta voglio vincere anche il duello a distanza con una mia allieva, Nathalie Kofler, che qui due settimane fa è stata seconda nei campionati italiani under 18 con il personale di 3,70. Quest’anno per ora invece ho superato 3,60 e domani proverò a far meglio!”. Durante la gara per Indra anche i nuovi limiti nazionali dei 60 ostacoli in 9.48 e nell’alto con 1,60.

Non è da meno un’altra atleta della provincia di Bolzano, perché al femminile Ingeborg Zorzi (Sportclub Merano) apre l’elenco dei record nel pentathlon SF70 con 4084. L’ex pallavolista coglie altri tre primati di categoria: 60 ostacoli (12.55), lungo (3,28) e alto (1,15). Sempre nelle prove multiple, ma tra le SF45, ancora un record per Sara Colombo(Atl. Monza): la brianzola di Seregno, all’ingresso nella nuova fascia di età, totalizza 4167 punti dopo aver trionfato da SF40 nella scorsa stagione. Nei 3000 metri l’intramontabile Antonio Nacca (Amatori Masters Novara), classe 1923, è il primo SM95 italiano a correre questa distanza al coperto in 22:13.42. Poi due record ad opera di Maria Luisa Fancello(Assi Giglio Rosso Firenze): una specialista dei lanci, che nel 1969 ha vinto il titolo italiano assoluto nel disco, e al suo debutto nella nuova categoria si impadronisce dei primati SF75 nel peso in sala (9,15) e nel martello outdoor (30,39). Domani la seconda giornata, dalle 8.30 del mattino fino a tarda serata, per una non stop di gare tricolori. Si assegnano i titoli nella marcia sui 3000 metri e poi nei 1500 di corsa, invece il pomeriggio sarà tutto all’insegna della velocità: 60 ostacoli, 60 piani, 400 metri. Nei concorsi, un gran numero di pedane impegnate sia al Palaindoor (lungo, peso, alto, asta, triplo) che al campo Italico Conti dove si svolgeranno le competizioni di giavellotto e disco. Chiusura domenica dalle 9.00 fino alle ore 16.00 circa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica, per i Campionati Master un avvio da record: Marche già con 18 medaglie

AnconaToday è in caricamento